Elezioni, Germanà: «Serve sintesi unitaria oltre me e Croce, sono pronto a un passo indietro»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

C’è ancora incertezza nella coalizione di centrodestra sul candidato sindaco da presentare alle elezioni amministrative a Messina, in programma per il 12 giugno 2022. In pole position, Maurizio Croce, sostenuto da Forza Italia e dai partiti di centro, e il deputato Nino Germanà, sostenuto da Lega e Fratelli d’Italia. Il Parlamentare messinese lancia un nuovo appello all’unità e si dichiara disponibile a un passo indietro: «Serve una sintesi unitaria che vada oltre me e Croce».

Mentre Federico Basile continua la campagna elettorale iniziata a metà febbraio, il centrosinistra ha trovato l’unità attorno alla figura di Franco De Domenico, Santi Daniele Zuccarello ha presentato il suo candidato con Futuro, Trasparenza e Libertà, Salvatore Totaro, e Gino Sturniolo ha ufficializzato la propria candidatura; il centrodestra non ha ancora un candidato ufficiale alla carica di sindaco di Messina.

Sei partiti hanno portato avanti il nome del commissario per il dissesto idrogeologico Maurizio Croce, mentre la Lega punta su Nino Germanà. Il Deputato messinese, però, appare pronto a fare un passo indietro: «Dopo fughe in avanti e colpi bassi, apprendo di una uscita pubblica, in una tv locale, del candidato di una parte minoritaria del centrodestra, accompagnato dal deputato all’Ars Genovese. È l’ennesima provocazione che deve subire il centrodestra, l’ennesimo tentativo di prevaricazione che non fa bene a nessuno. Probabilmente qualcuno, che non vuole il bene della città, vuole consapevolmente spaccare il centrodestra per logiche personali».

«No a candidature divisive – prosegue –, basta a metodi discutibili e dannosi, non sono disposto ad assistere ancora a un centrodestra che si fa logorare. Ritengo finora di essere stato fin troppo responsabile e pacato rispetto alle azioni che ho dovuto subire. Probabilmente anche la mia candidatura si è mostrata divisiva, ed essendo una persona responsabile, sono pronto con un gesto di generosità e serietà a fare un passo indietro per trovare una sintesi unitaria che vada oltre me e Croce».

(150)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.