No Tengo Dinero: 7 cose da fare a Messina in estate

Pubblicato il alle

6' min di lettura

Siete pronti? Siete caldi? Questo molto probabilmente, considerando le temperature degli ultimi giorni. Calda è anche la nostra nuova puntata di No Tengo Dinero, la rubrica che ogni venerdì vi suggerisce sette cose da fare a Messina in estate. Sette giorni, sette appuntamenti. Da un venerdì all’altro, tra musica vista mare, nuovi romanzi, giornate per ricordare persone speciali, una rassegna cinematografica all’Orto Botanico e della sana e fresca noia, tutto chiaramente low budget.

Cose da fare a Messina in estate

Qui tutti gli appuntamenti per la settimana che va da venerdì 1 a venerdì 8 luglio 2022:

Venerdì: il vulcano sommerso

Alla libreria Mondadori di Messina, stasera alle 18:30, si presenta “Marsili”, pubblicato a maggio 2022 per Il Filo di Arianna. In questo libro Francesco Di Sarcina, già presidente dell’Autorità Portale di Augusta-Catania, racconta del più grande vulcano sommerso del Mediterraneo, chiamato appunto Marsili, che diventa centro di una storia ricca di suspense. «Due ricercatori italiani – dice la sinossi – si imbattono accidentalmente nelle sagome di quattro relitti semi insabbiati lungo la parete sud del vulcano sottomarino. È una scoperta sconvolgente, che metterà alla luce un complesso intrigo internazionale sul cui sfondo c’è il malaffare legato al traffico illecito di rifiuti. I protagonisti della storia lavorano per sventare un pericolo mondiale, pagandone un caro prezzo». Dialoga con l’autore, Rosaria Brancato. Ingresso gratuito.

Sabato: sulle tracce di Aurelio Valentini

Conclusi gli appuntamenti espositivi e i workshop, la galleria Spazioquattro di Messina saluta i suoi affezionati con un ultimo pomeriggio dedicato ad Aurelio Valentini, scomparso a marzo 2022.  «Sarà un’occasione, abbastanza informale, – scrivono i referenti della galleria – per niente celebrativa e, si spera, anche abbastanza allegra e spensierata per cominciare a raccogliere le tracce di un lavoro artistico iniziato negli sessanta e settanta, con quadri di forte impatto realistico, e approdato negli anni recenti a forme più rarefatte, essenziali, meditabonde: dai paesaggi muti, alle figure di dispersi». L’appuntamento è per sabato 2 luglio, dalle 18. Ingresso gratuito.

Domenica: in spiaggia

Altra settimana, nuova tappa per il TreNino, promossa dall’Associazione Nino Cucinotta. Domenica 3 luglio, dalle 17, tutti in spiaggia all’Octopus. «Siamo già a metà strada – dicono gli organizzatori – e stiamo raccogliendo tutti i vostri sorrisi! Incontriamoci ancora, ma questa volta in riva al mare per un pomeriggio di divertimento puro!». In programma: dj set a cura di Domenico Silipigni, live painting a cura di Ari e MaCa, live foto di Giuseppe Contarini. Ingresso gratuito.

Lunedì: concerto con vista

Ultimi due appuntamenti della Filarmonica Laudamo di Messina diretta da Luciano Troja. Lunedì 4, alle 21, a Villa Pulejo arriva il Quartetto Goldberg, che ci farà viaggiare per circa tre secoli di storia del quartetto per archi. «Il concerto – ci dice Luciano – è nell’ambito del festival nazionale diffuso «Musica con Vista», un festival cui aderiscono le più importanti associazioni concertistiche italiane, per la valorizzazione della musica e del patrimonio culturale del nostro Paese». Il prossimo concerto, sempre a Villa Pulejo, è previsto per il 18 luglio. Per prenotare qui.

Martedì: mostrami lo sguardo

Ultimi giorni per visitare, al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, “Metamorfosi dello sguardo” di Enzo Rizzo, per la rassegna di arti visive “L’Opera al Centro”, curata da Giuseppe La Motta. «L’artista – si legge nella nota – appartiene a quella che è stata definita la generazione Siddhartha. Quei giovani che si erano avvicinati alla cultura orientale e al buddhismo, affascinati dal libro di Hermann Hesse, ripubblicato nel 1976 per i tipi di Adelphi. Per lui ci fu anche il viaggio in India. Da una prima lettura si coglie una ricorrente attenzione alla dialettica tra scienza e religione, quel poco che conosciamo e l’infinita sete di conoscere, la ricerca dell’Assoluto e i tentativi di entrare in contatto con il divino». In esposizione fino a sabato 9 luglio, ingresso gratuito.

Mercoledì: ci annoiamo

Non serve necessariamente un evento per godersi l’estate, basta anche solo un posto carino dove andare a rifugiarsi. Per esempio, il nuovissimo, super fresco e «eco-friendly bar» Piro Piro Bar, vicino ai laghetti di Marinello. Qui il programma degli appuntamenti per il mese di luglio.

Giovedì: cinema all’Orto Botanico

Quante cose puoi fare a Messina durante l’estate, anche andare all’Orto Botanico Pietro Castelli a vedere un film. Dal 4 luglio, è partita l’VIII edizione della rassegna cinematografica organizzata dal giardino universitario, in collaborazione con il Cineforum Don Orione. «In occasione del centesimo anniversario della nascita di un messinese “doc” come Adolfo Celi, – si legge nella nota – abbiamo pensato di dedicare a lui la rassegna “estate 2022”, proiettando i suoi primi 4 film, risalenti agli anni ’40 dello scorso secolo». Giovedì 7 luglio, alle 21, in programma “Natale al campo 119” (1947), per la regia di Pietro Francisci, con Aldo Fabrizi, Vittorio De Sica, Peppino De Filippo, Massimo Girotti, Ave Ninchi. Ingresso gratuito.

Venerdì: vino e jazz

La settimana di No Tengo Dinero si chiude alla Tenuta Rasocolmo, con un bicchiere di vino e del jazz da ascolto. Venerdì 8, alle 19:30, arriva “Italiani in jazz“, a cura di Avantgarde Music School, con Rosalba Lazzarotto, Claudio Palana, Tommaso Pugliese e Federico Saccà. A questo link tutto il programma.

AGGIORNAMENTO del 7 luglio:

L’evento alla Tenuta Rasocolmo è stato rinviato a causa delle avverse previsioni meteo a domenica 10 luglio.

(Foto di @mariaflorenciamiguel)

 

(335)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.