affidamento franco scoglio

Affidamento “Franco Scoglio”, il Football Club Messina replica a Gallo: «Affermazioni lesive»

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Il Football Club Messina, la società vincitrice del bando per l’affidamento pluriennale dello Stadio “Franco Scoglio”, è intervenuto in merito ad alcune dichiarazioni rilasciate dall’assessore allo Sport della giunta De Luca, Francesco Gallo, nella giornata di giovedì 13 maggio. L’esponente dell’amministrazione comunale sostiene che i ritardi nell’affidamento della struttura possano essere dovuti ad alcuni «rilievi» emersi durante l’attenta analisi del consulente esterno Francesco Vermiglio.

«In data odierna – si legge nel comunicato – abbiamo registrato le dichiarazioni rilasciate alle due Emittenti televisive cittadine ed ad una testata online, dall’Assessore allo Sport del Comune di Messina Avv.Francesco Gallo, in cui vengono evidenziate eventuali e potenziali eccezioni mosse a questa Società al di fuori del procedimento che ci vede in corsa, da tempo, per l’aggiudicazione del Bando per la gestione dello Stadio “F. Scoglio”. Tali eccezioni parrebbe vengano mosse da figure non previste nell’ambito dello stesso procedimento amministrativo che ci ha visti vincitori del Bando quale unico partecipante con il punteggio di 64,73 assegnato da parte della Commissione Giudicatrice “competente”».

Il Football Club Messina ritiene che le affermazioni «portatrici di presunte irregolarità» a carico della stessa società non siano coerenti con quanto già verificato dalla Commissione Giudicatrice. La squadra del patron Rocco Arena afferma, inoltre, che «le stesse (affermazioni, ndr) potrebbero risultare lesive del buon fine della procedura, con un danno alla scrivente che dal 26 aprile u.s, in forza del principio del silenzio assenso disciplinato dal Codice degli Appalti vigente, risulta aggiudicataria della struttura» e annuncia di aver già inviato una PEC in merito agli unici soggetti competenti la procedura.

Nel corso di questa settimana sono emersi altri ostacoli per l’assegnazione della gestione dello stadio. I consiglieri comunali Massimo Rizzo e Alessandro Russo hanno infatti chiesto al Responsabile Unico del Procedimento (RUP), Salvatore De Francesco, di accedere alla relazione tecnica che lo stesso De Francesco avrebbe dato mandato di redigere allo studio Vermiglio di Roma, relazione che sarebbe già stata depositata da diversi giorni.

A manifestare qualche perplessità anche i tifosi dell’ACR Messina, che hanno pubblicato una nota congiunta. «Perché non possiamo conoscere la relazione del consulente esterno che sarebbe già stata depositata? – si chiedono i sostenitori della squadra attualmente prima nel girone I di Serie D. Perché non possiamo sapere se sussistono o meno vincoli sull’aspetto relativo ai risultati sportivi dell’eventuale affidatario? Perché non possiamo sapere quale sarà il futuro del nostro stadio? Cosa può esserci di misterioso?».

Il Football Club Messina, dal canto suo, ha comunicato la volontà di presentare alla città il progetto per la riqualificazione del Franco Scoglio, il cui affidamento durerebbe 99 anni, per il quale sarebbe stato contattato, secondo le parole del Presidente Arena, un archistar newyorkese.

(166)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.