Il Circolo del Tennis e Vela di Messina è campione d’Italia

Pubblicato il alle

5' min di lettura

Il Ct Vela Messina è campione d’Italia di tennis. Decisivo il settimo incontro, doppio di spareggio, in cui i fratelli messinesi Tabacco hanno avuto la meglio su Serafini e Vanni del Tc Sinalunga, portando in Sicilia – l’ambito trofeo.

Una domenica indimenticabile per gli appassionati di tennis e per i tanti messinesi che sono rimasti incollati alla TV per seguire le gesta dei fratelli Tabacco. Quando la volée di rovescio, quasi di pura opposizione, di Fausto Tabacco ha segnato la fine dell’incontro mancavano pochi minuti alle 21, oltre 10 ore dopo l’avvio del match.

Anni di sacrifici immensi ripagati da una giornata di sport che non dimenticheremo mai.

Salvi Contino (ds Ct Vela)

Così, al terzo tentativo, il Circolo presieduto da Antonio Barbera è riuscito a conquistare il tricolore, battendo – sui campi veloci del Circolo della Stampa Sporting di Torino – in una finale entusiasmante i campioni in carica del Tc Sinalunga. «Complimenti ai nostri avversari che si sono battuti sino alla fine. Sono state dieci ore intensissime, dopo due finali perse, vincere per la prima volta con due ragazzi di Messina è la cosa più bella che poteva capitarci. Sono molto orgoglioso di tutti i ragazzi di questa squadra, anche quelli che, per varie ragioni, non erano qui oggi ma hanno sicuramente gioito con noi». Queste quanto dichiarato da Barbera alla fine del lunghissimo match.

+1

Il riepilogo dell’incontro Ct Vela vs Tc Sinalunga

L’incontro era cominciato bene per Messina, vittoriosa grazie a Gerald Melzer che aveva avuto la meglio – in due set – su Marcello Serafini. Quasi contemporaneamente, però, il Sinalunga pareggiava i conti con il successo di Luca Vanni, sempre in due set, su Giorgio Tabacco.
A seguire Oriol Roca Batalla e Matteo Gigante la spuntavano rispettivamente su Fausto Tabacco e Julian Ocleppo, consentendo ai toscani di chiudere la batteria dei singolari in vantaggio per 3 a 1.

Ai doppi i peloritani accorciavano subito le distanze, con la coppia Ocleppo-Melzer che si aggiudicava la sfida al match tie break per 10 a 7 contro Serafini e Bracciali.

Cominciava, quindi, una partita che in pochi dimenticheranno: Fausto e Giorgio Tabacco dopo aver perso il primo set per 6-4, si portavano sul 5 a 4, nei confronti di Gigante e Vanni nel secondo e, sul 40 pari, fallivano l’occasione per chiudere la partita. Ne approfittava la coppia di Sinalunga che si prendeva il break e andava a servire per il match sul 6 a 5. Ma la voglia di non mollare mai dei peloritani allungava la sfida al tie break. Ottima partenza per i siciliani che volavano sul 6 a 1. Ma, incredibilmente, Vanni e Gigante infilavano sei punti di fila conquistandosi il match point che i fratelli Tabacco annullavano. I giovani atleti del Ct Vela sprecavano altri tre set point (8-7, 9-8 e 10-9) per chiudere 12-10 e rimandare tutto al match tie break, letteralmente dominato, dopo un avvio pazzesco (7-0), e vinto per 10 a 2.

Si materializzava così il doppio di spareggio, che costò la sconfitta nella finale del 2019 contro Selva Alta Vigevano. Ma, stavolta, le cose andranno diversamente: il capitano dei peloritani, Francesco Caputo, rimandava in campo i fratelli Tabacco, mentre Sinalunga proponeva Serafini e Vanni. I Tabacco, nel primo set, ottenevano il break decisivo nel momento topico (5-4, 40 pari), usufruendo del secondo doppio fallo consecutivo di Serafini. Grande equilibrio nel secondo set che andava avanti a strappi con i fratelli Tabacco in piena carica agonistica. Si arrivava, quindi, al tie break. Messina avanti 5 a 0, quindi, 6-3, i toscani annullavano i primi due match point ma dovevano arrendersi alla volée di Fausto Tabacco che faceva scattare la festa tricolore in casa peloritana.

Salvi Contino (ds Ct Vela): «È una emozione indescrivibile. Anni di sacrifici immensi ripagati da una giornata di sport che non dimenticheremo mai. Ho sempre creduto in questa squadra, in questi ragazzi che sono straordinari e hanno vinto uno scudetto con pieno merito».
Francesco Caputo (capitano Ct Vela): «Quando ci siamo trovati sotto per 3 a 1 al termine dei singolari, ho detto ai ragazzi di non mollare mai e di crederci sino alla fine. Potevamo ribaltarla nei doppi e cosi è stato. Fantastici».
Fausto Tabacco (atleta Ctv): «Nell’ultimo punto ho pensato a tutti questi anni trascorsi sui campi, specialmente nel nostro meraviglioso circolo, a lottare su ogni palla. La vittoria la dedico a tutti coloro che ci hanno seguito sin qui, ai soci del circolo e a tutti i sostenitori che ci hanno accompagnato in questa splendida avventura».

(279)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.