Strategie, grossi investimenti in arrivo e Cateno De Luca: «Io sono il partito politico»

Pubblicato il alle

4' min di lettura

L’appuntamento è alla Chiesa di Santa Maria Alemanna, il motivo ufficioso è la relazione di fine mandato dell’Amministrazione De Luca, quello ufficiale è la campagna elettorale: da una parte, infatti, il candidato a Sindaco di Messina Federico Basile e dall’altra, il candidato alle regionali Cateno De Luca. Si muovono in fretta, parlano molto. Sul palco della chiesa sconsacrata siedono quasi tutti gli ex Assessori del Comune: Enzo Caruso, Alessandra Calafiore, Carlotta Previti, Dafne Musolino, Massimiliano Minutoli, Francesco Gallo e Salvatore Mondello. Il loro compito (neanche troppo arduo) è quello di tirare le somme di questi tre anni di mandato. Cosa già successa nelle settimane che hanno preceduto le dimissioni di Cateno De Luca.

Dalle demolizioni delle baracche, alla pubblica illuminazione, dalle aree verdi all’assistenza sociale, passando dai grandi eventi alle iniziative culturali a sostegno degli operatori del settore. È Federico Basile, con microfono in mano, che fa da conduttore, intervenendo come fosse stato anche lui parte di questa Giunta, seguendo un unico fil rouge: il bilancio. «Senza il bilancio in ordine – dicono gli ex Assessori in ogni intervento – non sarebbero stati possibili i servizi aggiuntivi». Si continua, quindi, con i risultati ottenuti dalla raccolta differenziata (la media è del 54%) all’ultimo «scoop», come dice De Luca, della area dell’ex Sea Flight prossima alla demolizione. «Ho parlato con il Commissario Santoro – prosegue De Luca – e posso darvi questa anteprima: la zona dell’ex Sea Flight verrà finalmente demolita».

La relazione di fine mandato, «non un atto dovuto» si legge nell’introduzione della relazione (che trovate qui), «ma una scelta di correttezza per la mia comunità». Ma allora, la domanda sorge spontanea: perché nessuno della Giunta ha fatto desistere il dimissionario De Luca? Del resto nessuno lo aveva mandato via. Si tratta solo di strategia politica? Sì, ma Carlotta Previti ci dice perché.

La corsa verso la Regione

A rispondere alla nostra domanda è Carlotta Previti, ex Vice Sindaco: «Rispondo io, ma ogni decisione, ogni atto, ogni risultato è riferito a una squadra. Non abbiamo fatto desistere dalle dimissioni perché alla Regione Siciliana stanno per arrivare 50 miliardi di euro. E allora ragionando in maniera egoistica, come collettività messinese, immaginate un Presidente della Regione che attiva la spesa. Perché lui l’attiva la spesa, lui è pazzo. È un Sindaco che si pone degli obiettivi talmente alti che un essere umano dice che è impossibile. Quando ho all’attivo un portafoglio di investimenti con 1 miliardo e 79 milioni di euro che abbiamo recuperato partecipando a tutti i bandi.

È impossibile perdere un bando con De Luca, immaginate alla Regione Siciliana se si perderà solo un euro e allora, in maniera egoistica, io dico – continua la Previti – quanto vale un Presidente della Regione che attiverà 50 miliardi di euro per i prossimi 8 anni e quanto sarà questa spesa dedicata alla collettività e al contesto urbano cittadino. Se da Sindaco ha potuto attivare 1 miliardo e più di finanziamenti. Perché io lo dico e lo ribadisco, la Regione non ci ha dato un euro. Progetti presentati nel 2019, decreti arrivati dopo due anni. Immaginate cosa succede con 50 miliardi di euro». Tutto fa parte di un piano politico ben preciso, questo sembra adesso ancora più chiaro. E De Luca?

Cateno De Luca: «Io sono il partito politico»

Dal dieci marzo, Cateno De Luca inizierà ufficialmente la sua campagna elettorale verso le elezioni regionali, con un tour che partirà da Catania. «Il mio momento a Messina finisce qui. Adesso mi farò da parte per lasciare spazio a Basile, mi candiderò alla Presidenza del Consiglio Comunale e alla Regione. Tutti ad accusarmi di essere un giullare di corte, ma la mia è solo strategia di comunicazione.

Sono io il partito politico. Sono il più seguito sui social in Sicilia. Posso dare lezioni di comunicazione politica. Quando mi metto una cosa in testa la faccio. Oggi è il momento per Messina, che ha acquisito una visibilità grazie a Cateno De Luca». Intanto sabato 5 in programma una nuova conferenza stampa per il “delfinoBasile che presenterà la lista dei suoi candidati.

(611)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.