Relazione del terzo anno. Quattro consiglieri chiedono una seduta urgente del Consiglio Comunale

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Quattro consiglieri comunali di Messina chiedono a Claudio Cardile di convocare una seduta urgente del Consiglio Comunale per discutere la relazione del terzo anno del sindaco. Si tratta di Nello Pergolizzi, Serena Giannetto, Alessandro De Leo e Francesco Cipolla.

Nella richiesta si legge: «I sottoscritti Consiglieri comunali, con la presente chiedono alla S.V. la convocazione urgente di un Consiglio Comunale straordinario, ai sensi dell’art. 6 commi 5 e 6 del Regolamento del Consiglio Comunale per la trattazione del seguente ordine del giorno: “Relazione del sindaco Cateno De Luca sullo stato di attuazione del programma e sull’attività svolta durante il terzo anno di attività amministrativa”».

Un nuovo tentativo di avere una seduta con all’ordine del giorno la relazione del primo cittadino, dopo due buchi nell’acqua.

La prima seduta, infatti, si è svolta il 13 ottobre con la maggior parte dei gruppi consiliari che ha abbandonato l’Aula. A spiegare il perché è stato il presidente Claudio Cardile, con queste parole: «i rapporti tra Sindaco e Consiglio sono stati interrotti bruscamente e malamente proprio dal Sindaco da ormai 9 mesi. Appare assolutamente inutile e superfluo questo rito formale della presentazione della relazione del Sindaco al Consiglio».

Banchi vuoti anche il 14 ottobre quando, in aula, erano presenti solo i consiglieri del gruppo misto – la maggioranza ormai conclamata del Primo Cittadino –, una consigliera di Forza Italia e parte della Giunta, insieme ai vertici delle società partecipate.

Adesso Nello Pergolizzi, Serena Giannetto, Alessandro De Leo e Francesco Cipolla chiedono una nuova seduta del Consiglio Comunale e non rimane che attendere per scoprire se, questa volta, i banchi saranno pieni o se tra Civico Consesso e Primo cittadino si è davvero arrivati ai ferri corti.

(102)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.