consiglio comunale

De Luca torna in Consiglio Comunale, ma l’Aula si svuota per protesta e cade la Seduta

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Banchi vuoti in Consiglio Comunale. Un colpo di scena tutt’altro che inaspettato, in occasione della Seduta per la presentazione delle relazione del terzo anno di mandato del sindaco Cateno De Luca, la maggior parte dei gruppi consiliari ha abbandonato la Seduta. A spiegare il perché è stato il presidente Claudio Cardile.

Al momento dell’apertura dei lavori, i consiglieri comunali presenti in Aula erano 21, pochi minuti dopo, a seguito del discorso di Cardile, sono rimasti in quattro. Ad abbandonare i lavori in segno di protesta i gruppi: Pd, M5S, Lega, Bramanti Sindaco, Ora Messina, Libera Me, Sicilia Futura e Paolo Mangano del Gruppo Misto.

Di seguito, quanto affermato dal presidente Claudio Cardile:

«La norma prevede che il sindaco, annualmente, riferisca al Consiglio mediante una relazione, le attività amministrative svolte nel periodo di riferimento. Tale previsione poggia nello spirito della legge su un fondamento: il legislatore ha voluto immaginare che i corretti rapporti istituzionali trai due organi rappresentanti la comunità cittadina, Sindaco e Consiglio Comunale, avvertano la necessità e l’opportunità che il Sindaco relazioni in Consiglio sulla qualità e sulle criticità delle azioni svolte, e che il consiglio faccia le proprie considerazioni.

Nel nostro Comune, però, questi rapporti tra Sindaco e Consiglio sono stati interrotti bruscamente e malamente proprio dal Sindaco da ormai 9 mesi, caratterizzanti per la sua assenza continuata ai lavoro di questo consesso, per la delegittimazione costante che lo stesso ha rivolto a quest’organo (financo nelle premesse di questa relazione annuale), nelle offese costanti rivolte al Consiglio, al suo Presidente ed a molti dei componenti di questo consesso.

Sulla base di queste considerazioni, dunque, appare assolutamente inutile e superfluo questo rito formale della presentazione della relazione del Sindaco al Consiglio in quanto lo stesso non riconosce il ruolo anche spogliandosi di molte deleghe amministrative e inoltre presentando questa relazione prima ancora che al Consiglio in tante altre sedi. Inoltre, il Sindaco dichiara espressamente che questo Consiglio Comunale ha agito in questi anni contro gli interessi della città che lui soltanto è stato capace di rappresentare.

Partendo da queste premesse la maggioranza dei gruppi consiliari (PD, 5 Stelle, Lega, Bramanti Sindaco, Sicilia Futura, Ora Messina, LiberaME, una parte del Gruppo Misto) e dei Consiglieri Comunali, ivi compreso il sottoscritto, non intende presenziare a questo rito che, ancora prima di essere celebrato, è stato delegittimato dallo stesso Sindaco che, con molteplici dichiarazioni, ha affermato che questo organo non solo è inutile, ma addirittura dannoso per la città».

Detto questo, la maggior parte dei consiglieri comunali ha abbandonato l’Aula.

(555)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.