dissesto idrogeologico villafranca

Stop agli allagamenti a Villafranca, aggiudicati i lavori per potenziare la condotta di scolo

Pubblicato il alle

2' min di lettura

La Struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico della Sicilia ha affidato i lavori per il potenziamento della condotta di scolo di Villafranca Tirrena. L’obiettivo è quello di porre fine agli allagamenti che si verificano ad ogni pioggia più consistente nel piccolo comune della provincia di Messina. Soddisfatto il sindaco, Matteo De Marco: «Un grande risultato dal punto di vista della prevenzione».

Ad eseguire i lavori sarà la ditta Cmci di Genova, che se li è aggiudicati per un importo di 386mila euro, attraverso la consorziata Siciliana costruzioni. Gli interventi prevedono il potenziamento dell’intera condotta di scolo che si snoda sotto la sede stradale. È prevista, inoltre, la realizzazione di griglie di raccolta di maggiore capacità con l’obiettivo di facilitare il deflusso. In tal modo, l’acqua potrà  raggiungere liberamente i torrenti Calvaruso a est e Santa Caterina a ovest.

Nel dare questa comunicazione, la Regione Siciliana ricorda quanto avvenuto nel novembre 2011, quando, durante un nubifragio che investì la provincia di Messina, fango e detriti si accumularono lungo le strade e sulle soglie delle case di Villafranca, da via Contura a Largo Stefano Cottone, da via Stefano Saccà alla via Consortile, e ancora a via Cozzina. «A complicare la situazione – ricordano da Palermo –, anche un movimento franoso innescato dalle infiltrazioni fuori controllo e che ha coinvolto, in particolare, la sede stradale della via Pier Santi Mattarella». Un fenomeno, verrebbe da dire, ben diffuso sia nel capoluogo che in provincia.

Allora più che mai venne messa in evidenza l’inadeguatezza dei sistemi di raccolta e di smaltimento delle acque piovane esistenti. Inadeguatezza cui si intende porre rimedio con i lavori programmati dall’Ufficio anti-dissesto idrogeologico guidata dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

(67)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.