libero gioveni, consigliere comunale di messina

Messina, isole pedonali a Natale. Libero Gioveni: «Pianificarle da subito»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Libero Gioveni pensa già alla pianificazione delle isole pedonali di Messina nel periodo natalizio e chiede, in qualità di Presidente della Commissione Viabilità, una convocazione con gli Assessori competenti.

«Pianificare da subito – scrive in una nota Libero Gioveni – l’istituzione di isole pedonali per il periodo natalizio per ridare ossigeno alle attività commerciali in alcune zone nevralgiche della città».

Isole pedonali a Messina

Per Libero Gioveni è fondamentale pianificare per tempo le isole pedonali a Messina. «È fondamentale  – continua la nota – adottare questi provvedimenti anche per far trascorrere alla cittadinanza, nel rispetto delle norme anti-Covid, dei momenti di socializzazione e svago. Non si può non tenere conto della crisi economica che a causa della pandemia ha toccato molti imprenditori ed esercenti per cui realizzare anche delle mini isole pedonali in alcune aree del centro o altre più grandi in quei territori e zone che meglio si prestano a “centri commerciali naturali”, diventa , oltre che opportuno, anche necessario».

Gioveni ha già le sue proposte di pedonalizzazione nel periodo natalizio. «Fra le pedonalizzazioni più grandi da istituire – continua il consigliere Gioveni – non si può non pensare, oltre a quella ormai consolidata di via Dei Mille, anche per esempio la via Palermo e, perché no, anche la via Tommaso Cannizzaro nel tratto compreso fra corso Cavour e viale Italia. Organizzare tutto per tempo consentirebbe anche di rendere le potenziali isole pedonali più appetibili e teatro di iniziative ludiche e sociali coinvolgendo artisti e associazioni. Mi riserverò, pertanto di convocare in Commissione gli assessori competenti per capire se ci sia da parte dell’Amministrazione questa volontà politica, compresa quella del Civico Consesso che in caso sarebbe chiamato a determinarsi».

 

(149)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.