Coronavirus. Lupo (PD) attacca Musumeci: «Si iscrive alla “corrente dei negazionisti”»

giuseppe lupo, capogruppo del pd all'arsLe ultime dichiarazioni del presidente della Regione Nello Musumeci – intenzionato a proporre un disegno di legge per alleggerire le misure del Dpcm Conte in Sicilia – non hanno convinto il capogruppo PD all’Ars, Giuseppe Lupo, che ha accusato il Governatore di essersi «iscritto alla “corrente dei negazionisti”».

Per il deputato, infatti, le modifiche proposte dal presidente Musumeci metterebbero a rischio la Sicilia e i siciliani e sarebbero espressione di incoerenza se confrontate con quanto fatto, di contro, durante il lockdown tra marzo e maggio 2020.

«Dopo avere chiuso lo Stretto di Messina in primavera – commenta Lupo –, quando la Sicilia aveva 100 nuovi contagi al giorno, dichiarato, quattro giorni fa, il coprifuoco dalle 23.00 alle 5.00 e avere totalmente sospeso la didattica in presenza nelle scuole secondarie, oggi Musumeci si iscrive alla “corrente dei negazionisti”, annunciando un Disegno di legge per l’apertura delle attività economiche in deroga al DPCM nazionale, quando i nuovi contagi in Sicilia sono 860, cioè cinque volte quelli del “picco” massimo di marzo ed i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva sono oltre 100. Una scelta irresponsabile che espone a rischio la salute dei siciliani e la Sicilia al rischio lockdown».

«Musumeci si metta d’accordo con se stesso, smetta di cavalcare l’onda del populismo e si concentri piuttosto su cose urgenti per la sanità come, ad esempio, la  riorganizzazione delle terapie intensive e sub intensive già prevista a giugno scorso».

(111)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *