Pallanuoto- Waterpolo Messina, sconfitta casalinga con Firenze

PallanuotoUna falsa partenza e la forza dell’avversario. Due ostacoli insuperabili per la Waterpolo Despar Messina che perde in casa con Firenze, per 9-7, e, contemporaneamente, la possibilità di avvicinarsi al podio del campionato. Con le prime tre posizioni “ blindate”, per la squadra peloritana, l’unico obiettivo rimasto, in chiave play-off, è adesso il quarto posto.  A pesare sull’esito del match un approccio molle e un timore reverenziale fin troppo accentuato verso Gigli e compagne. Errori di valutazione imperdonabili, pagati a caro prezzo.  Le fiorentine sono subito passate all’incasso e dopo otto minuti avevano già messo in banca il risultato. L’andamento successivo della partita ha finito per avvalorare la tesi di eccesso di sudditanza, ma anche oggi Firenze è apparsa superiore e sull’esito finale c’è da poco da discutere e da recriminare.

CRONACA– Il tecnico Misiti piazza Bujka al centro dell’attacco, una mossa che non paga anche per la scarsa giornata di vena dell’ungherese che successivamente giocherà sul perimetro. Ai primi affondi di una certa consistenza, la NGM Firenze dell’ex Sellaroli ( oggi assente sostituito in panchina dal vice Solfanelli ) va in rete. In due minuti segnano a raffica Bartolini, Lapi e Toth e per le padrone di casa si fa notte fonda. Abbate prova a risollevare la Waterpolo Despar Messina che a 17 secondi dalla sirena incassa un gol da Olimpi, lasciata incredibilmente sola a pochi metri da Sabatini. 1-4 è una mazzata che scuote le peloritane, ma che le costringe, inevitabilmente,  ad una partita all’inseguimento, non proprio il massimo della vita in una gara da vincere e basta. Bujka segna su rigore, la connazionale Toth ristabilisce le distanze ma Ayale porta le messinesi ancora a -2. Dopo l’intervallo lungo, la Sabatini riesce a neutralizzare con bravura un rigore della Bartolini, ma Lapi prima e Colaiocco poi impediscono il riavvicinamento nonostante le reti di Begin e della solita indomabile Abbate. Nell’ultimo parziale, le toscane amministrano senza rischiare mai. A Giachi e Repetto replicano, Verde e Murè. Il 9-7 finale  premia Firenze, più pratico delle messinesi nonostante gli  errori in superiorità. Poco aggressiva la Waterpolo Despar Messina che nelle partite chiave della stagione si smarrisce troppo facilmente. Era già accaduto in Coppa Italia, nelle trasferte più difficili e nella gara alla Cappuccini con l’Imperia. La squadra deve crescere e compattarsi, in poche parole non è ancora matura per puntare in alto. E, inoltre, se Bujka viene limitata, difficilmente vince. Dati e numeri che dovranno far riflettere società e staff tecnico sulle scelte che verranno. Intanto incombe la trasferta di Padova e sabato Sabatini e compagne saranno chiamate al pronto riscatto perché sono a rischio sorpasso.

L’unica buona notizia di giornata è stata l’adesione della Waterpolo Despar Messina  alla campagna “SOStienilo anche tu. Ha la distrofia di Duchenne” promossa da Parent Project Onlus, l’associazione che raccoglie i genitori che lottano contro la distrofia muscolare di Duchenne e Becker. La raccolta fondi, realizzata con SMS da inviare al numero 45503, servirà a finanziare il primo progetto di sperimentazione clinica focalizzato sullo studio dei fattori di rischio per la perdita di densità ossea e fratture nella distrofia di Duchenne. Prima del match con Firenze le ragazze della Waterpolo Despar Messina hanno indossato una maglietta di Parent Project Onlus, invitando i tifosi presenti alla piscina Cappuccini a inviare un sms benefico. L’iniziativa sarà replicata il 23 febbraio in occasione della partita casalinga con il Rapallo.

TABELLINO-

Waterpolo Despar Messina-NGM Firenze 7-9 (1-4, 2-1, 2-2, 2-2 )
Waterpolo Despar Messina: Sabatini, Abbate 2, Gitto, Begin 1, Murè 1, Arangio, Verde 1, D’Agata, Tagliaferri, Bujka 1 (rig.), Ayale 1, Palmieri, Pitino. All. Misiti.
NGM Firenze Waterpolo: Gigli, Masi, Ferrini, Colaiocco 1, Schifter Giorgi, Repetto 1, Bartolini 1, Bosco, Lapi 2, Olimpi 1, Giachi 1, Toth 2 (1 rig.), D’Amico. All. Solfanelli.
Arbitri: Bianchi e Del Bosco.
Note: Sabatini (M) ha parato un rigore a Bartolini nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Messina 2/2, Firenze 0/4.

Questi gli altri risultati della decima giornata:  Orizzonte Ct-Bologna 11-7, Roma- Rapallo 4-13, Ortigia Sr-Padova 6-15, Imperia- Bogliasco 6-9.

In classifica guidano Rapallo e  Orizzonte Ct  27, Firenze 22, Imperia 17,

Waterpolo Despar Messina 15, Padova 13, Bologna 10, Bogliasco 9, Roma 6,  Ortigia Sr  0.

Regolamento: Le prime otto vanno ai play off, le ultime due retrocedono in A/2.

(41)

Categorie

Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *