Messina raggiunto in rimonta a Monopoli, di Adorante il gol del 2-1

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Arriva la prima sconfitta stagionale per il Messina. Al “Veneziani” di Monopoli, i ragazzi di Salvatore Sullo sono stati sconfitti in rimonta per 2-1 dai biancoverdi del Monopoli. A niente è servito il gol in apertura di primo tempo di Adorante. Ecco cosa è successo.

Un altro bel primo tempo

Il Messina arriva in Puglia orfano di Milinkovic, da poco guarito dal Covid, e Russo, ancora alle prese con il fastidio alla caviglia che gli ha già impedito di giocare il derby contro il Palermo. Fuori anche Matese dopo il terribile infortunio rimediato la settimana scorsa che lo terrà ai box per parecchi mesi. Solo panchina per il neoarrivato Vukusic, a cui Sullo preferisce Adorante dal primo minuto.

È una trasferta impegnativa quella di Monopoli, capolista solitaria del campionato. Il primo sussulto della partita è del Monopoli con Bizzotto che prova a sorprendere al volo Lewandowski, senza successo. Al 18′ è vantaggio Messina: la discesa di Distefano sulla fascia viene premiata con l’eccellente colpo di testa di Adorante, che batte Loria e segna l’1-0.

I pugliesi non sentono affatto il contraccolpo psicologico e rispondono senza farsi attendere. Al 26′ Guiebre corre sulla sinistra e serve un passaggio rasoterra per Starita che pareggia i conti con una zampata vincente e sale a quota 4 reti in campionato. Nell’ultimo quarto d’ora è assedio dei locali, che però non riescono a finalizzare e rischiano addirittura di tornare sotto quando al 44′ Adorante viene fermato dall’estremo difensore avversario su un pallone velenoso.

Il secondo tempo di Monopoli-Messina

Al rientro dall’intervallo Sullo opera il primo cambio: Baldè è acciaccato e al suo posto entra Busatto. È una gara molto fisica, con numerosi falli sia da una parte che dall’altra. I giallorossi abbassano il ritmo e il Monopoli ne approfitta. Al 66′ sempre Guiebre confonde i difensori messinesi con un’altra delle sue galoppate e serve Grandolfo in area, che davanti alla porta non può sbagliare e realizza il 2-1 per i suoi.

I peloritani sentono la stanchezza. Celic viene rilevato da Mikulic, mentre Adorante lascia il campo per Vukusic, al debutto assoluto in biancoscudato. Non ci sono più margini di rimonta e il Messina decide di alzare bandiera bianca, regalando al Monopoli la terza vittoria consecutiva e la testa della classifica. Per l’ACR rinviato l’appuntamento con i 3 punti, forse, chissà, a domenica prossima, nella prima gara stagionale al “Franco Scoglio” contro la Virtus Francavilla.

La classifica del girone C

messina monopoli

Con la vittoria sul Messina, il Monopoli resta saldamente al primo posto con 9 punti, seguito da Bari e Taranto, entrambi fermi a 7. Rimane a metà classifica il Palermo, sconfitto per 3-1 dal Taranto nell’anticipo di sabato 11 settembre. Perde di nuovo il Catania (1-0 a Pagani), ora un punto sopra il Messina.

Tutti i dettagli di Monopoli-Messina

Monopoli-Messina 2-1: 17′ Adorante; 26′ Starita, 67′ Grandolfo

Monopoli: Loria; Mercadante, Bizzotto, Arena; Novella (75′ Tazzer), Bussaglia (86′ Langella), Piccinni, Vassallo (59′ Hamlili), Guiebre; Starita (86′ Nocciolini), D’Agostino (59′ Grandolfo). A disposizione: Guido, Riggio, De Santis, Romano, Nina, Morrone, Milani. Allenatore: Colombo.

Messina: Lewandowski; Morelli, Celic (68′ Mikulic), Carillo, Sarzi; Damian, Fofana (59′ Marginean); Distefano (59′ Fazzi), Balde (46′ Busatto), Simonetti; Adorante (71′ Vukusic). A disposizione : Fusco, Fantoni, Goncalves, Rondinella, Konate, Catania. Allenatore: Sullo.

Arbitro: Luciani. Assistenti Valletta e Votta.

Note: ammoniti Adorante; Guiebre, Vassallo, Hamlili.

Foto reperita dalla pagina Facebook ufficiale ACR Messina

(64)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.