vivamessina

VivaMessina, dopo Garofalo, punta su Accorinti alla guida della città

Pubblicato il alle

2' min di lettura

vivamessinaVivaMessinaViva è nata per promuovere il rilancio della Città. In quest’ottica, ha associato donne e uomini che hanno lavorato all’elaborazione di un progetto che avrebbe dovuto portare, con l’appoggio di soggetti politici e partiti, ad una candidatura che fosse di natura civica. Tuttavia, avendo dall’inizio escluso che la Città potesse permettersi egoistiche battaglie di testimonianza, abbiamo affidato le nostre idee ad un candidato, Enzo Garofalo, il quale le ha recepite nel proprio programma. Eravamo e rimaniamo convinti che Garofalo per competenza, esperienza amministrativa e indipendenza sarebbe stato il miglior sindaco della Messina di oggi, città in grande crisi economica e progettuale.
Gli elettori hanno scelto altre proposte.
Oggi, la Città è chiamata ad esprimersi su due diverse opzioni. Noi siamo convinti, più di ieri, che un certo modo di fare politica nuoccia agli interessi generali. Messina non dovrà soltanto eleggere il suo prossimo sindaco, ma dovrà piuttosto scegliere tra due due diversi modi di amministrare. Non è un semplice ballottaggio, ma un vero proprio referendum tra due opposte visioni della politica. Per questa ragione, noi voteremo Renato Accorinti, in modo trasparente, senza alcuna volontà di salire su quello che auguriamo sia il carro del vincitore e con il solo auspicio di poterci in futuro confrontare col Sindaco Accorinti.
Il 5 luglio prossimo VivaMessina Viva presenterà il programma di iniziative politiche culturali per l’anno 2013-2014 e i punti che intendiamo portare avanti nell’interesse della città. 

(37)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.