Benedetto Vaccarino

Vaccarino in pole per la presidenza del Consiglio comunale

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Benedetto VaccarinoDeve ancora insediarsi ma la maggioranza di centrosinistra del Consiglio comunale già “studia” e “litiga” per l’ufficio di presidenza. Che vuol dire più responsabilità ma anche una maggiore indennità. Il partito democratico, gruppo che con le liste a sostegno del candidato sindaco Felice Calabrò, ha ottenuto i maggiori consensi rivendica la presidenza che sino a due mesi fa è stata gestita dall’ex Mpa Giuseppe Previti. E non dovrebbero esserci sorprese. Nelle ultime ore pare che il gruppo piddino abbia fatto quadrato su Benedetto Vaccarino. Sarebbe quest’ultimo in pole position per la successione a Previti. Vaccarino ha ottenuto alle ultime consultazioni 1.946 voti dietro Emilia Barrile che si è fermata a 2.517. Anche la Barrile avanza l’incarico ma pare che il partito e le liste a sostegno che dovrebbero formare la maggioranza intendano indicare Vaccarino. La Barrile nei giorni scorsi affermava di voler rivendicare i propri spazi politici visto il brillante risultato ottenuto. Vaccarino, eletto per la seconda volta consecutiva in Consiglio comunale, è stato al vertice del Quartiere strappando da dieci anni a oggi centinaia e centinaia di consensi. Per l’incarico di capogruppo, altro “nodo” ancora ben stretto nel Pd, si parla di Paolo David. In seconda fila Donatella Sindoni. Tra i Progressisti Democratici invece Santi Daniele Zuccarello “pretende” la guida della lista e ha già “minacciato” di voler andare al gruppo misto se la scelta ricadrà su Simona Contestabile. Antonella Russo, invece, si sarebbe proposta per l’ufficio di presidenza del Consiglio. Nella maggioranza a comporre la triade insieme a Vaccarino – secondo indiscrezioni – puntano pure Franco Mondello dell’Udc, già vicesindaco sotto Buzzanca, Elvira Amata dei Dr, ex assessore della giunta Buzzanca, e Pio Amadeo del Megafono che è stato assessore provinciale durante l’amministrazione Leonardi. Lo statuto prevede che il consiglio comunale elegga l’ufficio di presidenza, composto da un presidente e due vice-presidenti con separate votazioni, a maggioranza assoluta nella prima votazione e a maggioranza semplice dalla seconda votazione.

(61)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.