Tanti sì all’aumento dell’Imu a Messina ieri in Commissione Bilancio. Unico astenuto Cantello (Sicilia Vera) che spiega perché

Pubblicato il alle

2' min di lettura

ivano cantello«Vi spiego perché mi sono astenuto sull’aumento dell’aliquota Imu e in consiglio voterò contro la proposta se non verranno prima avviate le azioni di responsabilità e risarcimento civile nei confronti dei responsabili». Il consigliere comunale di Sicilia Vera Ivano Cantello espone le motivazioni per cui è stato l’unico, ieri, a ad astenersi sul provvedimento economico che porterà al massimo, per i messinesi, l’imposta municipale sulla proprietà immobiliare. «In un momento di grave crisi economico-sociale bisogna essere chiari con i messinesi − afferma Cantello −. Mi sono astenuto nonostante il rispetto che nutro per il commissario Luigi Croce perché ritengo che prima di chiedere sacrifici ai cittadini e alle imprese, che invece avrebbero bisogno di adeguato sostegno, bisogna attivare le procedure relative all’avvio delle azioni risarcitorie e di responsabilità a carico di chi ha portato il Comune in queste condizioni». Cantello si rivolge direttamente al commissario Croce chiedendo di ricercare i responsabili del possibile dissesto. «La verità sta negli atti e nei provvedimenti. Quando la Corte dei Conti richiese l’applicazione di misure correttive e dati e notizie sullo stato finanziario del Comune − prosegue Cantello − mi attivai per predisporre una serie di delibere che tendevano a chiedere agli organi competenti di individuare le giuste misure correttive, valutare la reale condizione economico-finanziaria e assumere tutti i provvedimenti previsti per legge. Tutte le componenti, nel febbraio scorso, avevano bloccato la mia iniziativa». Per Cantello tutti i partiti di centrodestra e centrosinistra sono stati “omissivi”, bocciando a dicembre 2011 un provvedimento con cui si chiedeva  di attestare la reale situazione economico-finanziaria dell’Ente, e oggi sollecitano i messinesi a “pagare” il disastro che, secondo l’esponente, politico dev’essere ricercato sia negli atti dell’ex giunta Buzzanca che in quelle del passato, almeno dell’ultimo ventennio. «Dopo aver fatto questo − conclude Cantello − possiamo chiedere ai messinesi l’aumento dell’imposta». Ieri la commissione Bilancio del Comune aveva dato il via libera all’innalzamento dell’aliquota Imu.

@Acaffo 

(51)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.