Solidarietà al commissario Croce dal mondo politico e sindacale

municipioArrivano le prime manifestazioni di solidarietà dai politici nei confronti del commissario Luigi Croce, dopo la lettera intimidatoria da lui ricevuta. «La nostra non è mera solidarietà formale, ma è condivisione – dichiara il Pd di Messina −. Nessuno creda di poter intimidire Luigi Croce nel complicato percorso intrapreso; nessuno immagini di poter interferire con gli strumenti della violenza rispetto a scelte necessarie per evitare il default del Comune». Vicinanza anche dal deputato nazionale del Pd, Francantonio Genovese, che in una nota dichiara: «Non sarà una lettera minatoria a fermare l’opera di buona amministrazione che, finalmente, è ripresa al Comune di Messina da quando si è insediato Luigi Croce». Un invito a non abbassare la guardia giunge dall’onorevole Fortunato Romano (Mpa): «Solidarietà al Commissario Croce. Sicuramente è un uomo scomodo a Messina perché garantisce trasparenza, legalità e una nuova organizzazione del sistema amministrativo». Il Pdl di Messina si esprime tramite Vincenzo Garofalo: «È un gesto vile, ignobile. Siamo al fianco del Commissario e lo rimarremo con sincera gratitudine per tutto quanto fatto per Messina». Anche Franco Rinaldi (Pd) si associa alla cordata di solidarietà: Da messinese e da uomo delle istituzioni non posso che condannare questo vile atto. Croce ha sicuramente intrapreso la strada giusta per dare ai messinesi le risposte che attendono”. Non mancano i sindacati. Il Presidente di Confindustria Messina, Ivo Blandina, ribadendo l’impegno a sostenerlo, parla di «ennesima dimostrazione di come esista una volontà di mortificare l’impegno di chi lavora per far uscire la città dalla stagnazione e dalla crisi». I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Lillo Oceano, Tonino Genovese e Costantino Amato, questa mattina hanno incontrato il commissario Croce e gli hanno espresso personalmente e a nome delle organizzazioni sindacali che rappresentano la piena solidarietà per l’atto intimidatorio subìto. «La gravità dei problemi che attanaglia la città − affermano Oceano, Genovese e Amato − ha bisogno di impegni e di responsabilità. Minacce e intimidazioni hanno l’obiettivo di far piombare la città in un clima ancora più confuso e torbido». 

Giuseppe Falzea, Presidente dell’Ordine degli Architetti di Messina, esprimendo la propria solidarietà, invita il commissario Croce a incontrare la categoria che rappresenta per «trovare insieme ipotesi di fattiva collaborazione, nell’interesse esclusivo della città di Messina».

(52)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *