Scoglio alla MessinAmbiente

Scoglio alla MessinAmbiente: “Apriamo la gestione rifiuti ai privati”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Scoglio alla MessinAmbiente“Per il superamento delle croniche carenze economico-finanziarie del comune di Messina, e per abbattere i tributi comunali, occorre una strategia complessiva sulla gestione dei rifiuti alla luce delle sopravvenute disposizioni regionali”.

 
Con queste parole Scoglio, oggi in visita all’autoparco di via Salandra, ha inteso confrontarsi direttamente con i dipendenti di Messinambiente.
 
“Ho illustrato agli operatori la mia proposta (concreta) per l’intero ciclo dei rifiuti. 
In particolare ho voluto dettagliatamente indicare quali sono i progetti per il rilancio del settore e per il contenimento della spesa e ciò attraverso le funzioni che il Comune avrà nella nuova S.r.r..

Affidamento in concessione a privati (anche attraverso la privatizzazione di MessinAmbiente) dell’intero ciclo di raccolta e smaltimento dei rifiuti, del servizio di spazzamento, della realizzazione di centri di raccolta e degli impianti di trattamento recupero e riutilizzo, da localizzare nelle aree industriali e di una nuova discarica nel territorio comunale. Progressiva esenzione della TARES per i residenti che provvederanno direttamente al conferimento presso i centri di raccolta. Nel medio lungo termine il Comune attraverso il concessionario si occuperà solo dello stoccaggio dei rifiuti e del ciclo di selezione e riutilizzo mentre il conferimento lo faranno autonomamente i cittadini servendosi di privati con incremento dei posti di lavoro e contrazione dei costi pubblici. Stabilizzazione presso il concessionario di tutti i dipendenti di MessinAmbiente.

Sono queste le uniche possibili misure attraverso le quali voltare pagina ed adeguarsi alle metodiche delle più avanzate città europee, avendo come obiettivo RIFIUTI ZERO”.

Lo ha dichiarato stamattina il candidato Sindaco di Nuova Alleanza, Avv. Gianfranco Scoglio.

 

(46)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.