No ai drogati e ai somari. Il Codacons propone test antidroga e di cultura per i candidati all’Ars

Pubblicato il alle

1' min di lettura

test antidrogaNuova iniziativa del segretario nazionale del Codacons, Francesco Tanasi, che chiede ai candidati all’Assemblea regionale siciliana e alla Presidenza della Regione di sottoporsi a test antidroga e di cultura generale. “Ho lanciato questa proposta – afferma – poichè si presume che gli eletti debbano essere la parte piu’ rappresentativa della Sicilia. Appare lecita l’idea di conoscere il loro livello culturale, di correttezza ed eventuali abitudini, come l’assunzione di droghe”. Tanasi conclude affermando che per i cittadini e’ fondamentale avere delle garanzie in merito alla “qualita’” dei soggetti che li rappresentano al potere. Ricordiamo che la campagna antipolitici è una costante del Codacons. Tanasi è promotore anche dell’iniziativaNon votate chi sporca” e della proposta di sospendere per qualche anno il finanziamento pubblico ai partiti, destinando le risorse al rilancio dell’economia e al sostegno dei più poveri.

(46)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.