Indiscrezioni. Corona medita vendetta: la sua messe di voti alla lista. Mai a Germanà

Pubblicato il alle

1' min di lettura

corona robertoA chi andranno i voti di Roberto Corona dopo il suo ritiro dalla lista Pdl per le regionali? E’ la domanda più ricorrente, che sta “agitando” gli ambienti politici, visto che l’ex direttore della Confcommercio può contare su migliaia e migliaia di preferenze che sembra non andranno perse con l’astensionismo. Così nel Popolo della Libertà, ma anche negli altri partiti si fa a gara per corteggiare gli elettori del parlamentare regionale uscente. Secondo le ultime indiscrezioni, i “coroniani” sosterranno la lista Pdl, ma nessun candidato in lizza. Si profilava anche una “vendetta” degli ex forzisti sugli ex An, Santi Formica e Giuseppe Buzzanca. Vendetta che comportava il confluire dei voti dell’esponente politico di San Marco D’Alunzio su Nino Germanà. E invece pare sia proprio contro il figlio di Basilio che Corona starebbe meditando “vendetta”. Sul candidato – sia chiaro – non sul partito, da dove non intende muoversi. Motivo? Sarebbe stato proprio Nino Germanà ( con un “padrino” eccellente come il presidente del Senato, Schifani) a muovere le fila della strategia che ha portato il segretario nazionale Pdl Angelino Alfano a “invitare” Corona a uscire anzitempo dalla gara per le regionali. E così, voti alla lista per superare la soglia di sbarramento, ma nessun appoggio diretto ai candidati principali o minori.

 

@Acaffo

(48)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.