Germanà: “Il Pdl voterà in piena libertà, io sto con Calabrò ma risiedo a Brolo”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

germanOggi pomeriggio all’istituto Cristo Re passerà molto del destino sul ballottaggio tra Renato Accorinti e Felice Calabrò. Tutti i candidati eletti e non del Popolo della Libertà si incontreranno per capire il da farsi e ragionare ma non sarà espressa un’indicazione ufficiale su uno o l’altro candidato. A meno che non ci sia un plebiscito. Il deputato regionale Nino Germanà chiarisce subito: “Il nostro partito lascia liberi tutti i propri iscritti di votare come meglio credono e ritengono, noi non ci siamo apparentati con nessuno e non lo faremo”. Germanà, su Facebook, ha espresso la propria posizione a favore di Calabrò: “Sì ma parlavo a titolo personale e tra l’altro non posso votare per Calabrò perché ho la residenza a Brolo, il voto è un diritto ed è anche un dovere e dunque innanzitutto dico che bisogna votare a prescindere, con Accorinti che rispetto ci dividono molte cose, siamo distinti e distanti da lui e dal suo gruppo ma ripeto che questa non è la posizione del Pdl ma la mia personale, a Roma c’è un governo Pd-Pdl e nel ballottaggio serve scegliere”. Nelle ultime ore circolava la voce di un accordo tra il Popolo della Libertà e Calabrò in cambio di un assessorato. Germanà smentisce: “Assolutamente no, non siamo per gli inciuci e questo sarebbe un grosso inciucio, noi non vogliamo nulla e non chiederemo nulla, questo mai, voteremo in massima libertà”.

(47)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.