Emergenza idrica. “Futuro a Sinistra Messina”: “Presto interrogazione alla Camera”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

acquaL’emergenza idrica che da giorni attanaglia la città di Messina, ha fatto registrare numerose reazioni da parte della politica. Riceviamo e pubblichiamo le considerazioni del coordinatore di  “Futuro a Sinistra a Messina”, Maurizio Rella.
“Considerata la ormai grave e perdurante situazione di grave crisi idrica che si protrae ormai da cinque giorni nella nostra città, Futuro a Sinistra Messina, nello stigmatizzare la grave situazione che si è venuta a creare, evidenzia come aldilà delle problematiche tecniche oggettive che hanno causato l’interruzione della rete idrica del Fiumefreddo , la gestione dell’ emergenza che si è venuta a creare sia stata assolutamente inadeguata sia da parte dell’Amam, quanto dal Comune. Appare evidente come ad una sottovalutazione iniziale del problema , ad un approccio ottimistico assolutamente fuori luogo del Sindaco, che rappresentava una risoluzione del problema in termini brevissimi, esaltando l’intervento e l’approccio tecnico dell’Amam, si sia invece registrata una pessima informazione e una fuorviante comunicazione alla cittadinanza ,  insieme  ad una totale sottovalutazione della gravità  della situazione. Esprimiamo forti perplessità ,quindi sulle modalità che si stanno seguendo dal punto di vista tecnico operativo , quanto sulla ricerca di soluzioni tampone ed interventi alternativi da porre in essere per alleviare i disagi della cittadinanza. La situazione è al collasso , sono a repentaglio  oltre le stesse condizioni di grave pericolo igienico sanitario, le condizioni di normale convivenza civile e di pubblica sicurezza. Appare, altresì, tardivo l’intervento del prefetto che solo oggi ha convocato le parti interessate a fronteggiare la situazione, costituendo l’unità di crisi.  Appare chiaro che i disagi si protrarranno ancora per lungo tempo a discapito della cittadinanza allo stremo della sopportazione. Non è più tollerabile che la tredicesima città d’Italia sia ancora approvvigionata dal solo acquedotto del Fiumefreddo  e non sia utilizzabile  l’acquedotto dell’Alcantera ,sono  necessari monitoraggi continui atti a prevenire queste gravi situazioni. Ribadiamo l’importanza del concetto di acqua bene comune, richiamandoci al referendum su acqua pubblica del 2011.
Anticipiamo che nei prossimi giorni gli Onorevole Stefano Fassina e Monica Gregori presenteranno una interrogazione urgente alla Camera dei Deputati sulla questione Emergenza idrica a Messina.”

(42)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.