stefania prestigiacomo

Elezioni Regionali Sicilia: la Lega dice “sì” a Prestigiacomo, Meloni contraria

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Il centrodestra è sempre più vicino all’accordo sul candidato alle elezioni regionali in Sicilia che si terranno insieme alle politiche il 25 settembre 2022. Nella giornata di ieri, mercoledì 10 agosto, dopo il ritiro definitivo dalla corsa di Musumeci (che intanto si è dimesso), i vertici siciliani di Forza Italia e Lega hanno infatti annunciato un’intesa sul nome della deputata forzista Stefania Prestigiacomo, voluta fortemente dal presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè.

«Ringrazio Nino Minardo – dichiara in una nota il coordinatore di Forza Italia in Sicilia – per la disponibilità mostrata nei confronti di un candidato di Forza Italia alla presidenza della Regione siciliana, che ci consente di uscire dall’impasse. La Lega si è dimostrata un partito sensibile nei confronti dell’intera coalizione. Un grazie a Matteo Salvini e a Silvio Berlusconi che si sono adoperati per trovare la soluzione. Speriamo che anche gli altri alleati della coalizione dimostrino lo stesso spirito di collaborazione. La nostra candidata Stefania Prestigiacomo è la persona migliore per sfidare i mille problemi atavici di questa Regione e per gestire con intelligenza ed equilibrio i rapporti con tutti i partiti dell’alleanza».

Stessi toni usati dalla Lega, che vuole evitare di perdere altro tempo per passare subito alla campagna elettorale: «Al segretario della Lega in Sicilia, Nino Minardo, va il mio ringraziamento personale – scrive il responsabile regionale del Carroccio, Luca Sammartino – per il gesto di amore verso la nostra terra, per il senso di responsabilità che ha dimostrato verso l’unità della coalizione, facendo un passo avanti verso Fi. Il gesto di responsabilità di Minardo e del nostro segretario Matteo Salvini nei confronti del presidente Berlusconi rappresenta un volano per il rilancio della Regione siciliana. Adesso mettiamoci subito al lavoro sul programma, il tempo è breve. Lavoriamo insieme per cambiare il volto della Sicilia».

A frenare l’entusiasmo del centrodestra ci ha pensato però Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia è intervenuta su Twitter per criticare la scelta di Stefania Prestigiacomo, rea, secondo lei, di essere salita nel 2019 sulla nave Sea Watch insieme ad altri parlamentari del centrosinistra per verificare le condizioni dei migranti a bordo: «Abbiamo sempre difeso l’unità del centrodestra e continueremo a farlo, anche in Sicilia, dove il candidato migliore per noi rimane Nello Musumeci. Una cosa, però, non ci si può chiedere: sostenere un candidato che saliva sulla Sea Watch con il Pd».

 


Meloni rilancia alle elezioni regionali in Sicilia la ricandidatura di Nello Musumeci, definito il «candidato migliore» per Fratelli d’Italia, e non propone altri nomi. La situazione torna dunque nell’incertezza di pochi giorni fa, con la possibilità, tutt’altro che remota, che insieme a Cateno De Luca e Caterina Chinnici si presentino altri due candidati, qualora il centrodestra non dovesse riuscire a sanare questa frattura.

(275)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.