Elezioni regionali in Sicilia, Nello Musumeci: «Io toglierò il disturbo»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Agli interventi dedicati alla cultura avviati dalla Regione Siciliana e non ancora finiti ci penserà «il mio successore» dice Nello Musumeci perché «io toglierò il disturbo». Lo ha annunciato così, nel mezzo di un intervento a Catania: il presidente della Regione non sembra quindi intenzionato a concorrere alle elezioni regionali dell’autunno 2022 in Sicilia. Alle domande dei giornalisti non ha voluto rispondere, ma ha comunicato che incontrerà la stampa nei prossimi giorni.

Che nell’area del centrodestra in Sicilia non sia tutto rose e fiori è ormai palese da tempo e a confermarlo erano state anche le parole del coordinatore di Forza Italia e attuale presidente dell’ARS, Gianfranco Miccichè, il quale, in un’intervista uscita domenica sul Corriere della Sera, aveva affermato: «Vogliamo vincere in Sicilia o no? Perché se l’obiettivo è quello, ricandidando Musumeci il rischio di perdere invece è altissimo». Ad appoggiare la ricandidatura del Governatore, di contro, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Ieri, a Catania, nel corso dell’inaugurazione della mostra “Agata. Dall’icona cristiana al mito contemporaneo. I tesori dei musei regionali a Palazzo dell’Università”, Nello Musumeci ha anticipato la notizia che, se sarà confermata – come sembrerebbe scontato dalle sue parole – prelude a un suo ritiro dalla corsa elettorale prevista per l’autunno 2022. Interpellato dall’Ansa, il presidente della Regione Siciliana ha aggiunto: «Non ho nulla da dire adesso. Incontrerò la stampa nei prossimi giorni». Un fulmine non proprio a ciel sereno, ma decisamente inaspettato, considerando che lo stesso Musumeci nei mesi scorsi aveva ribadito più volte la sua intenzione di competere alle elezioni regionali come candidato alla presidenza.

(329)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.