presentazione lista “Sicilia Vera” all'ars per le elezioni regionali 2022 con cateno de luca

Elezioni regionali: i nomi dei candidati di Messina con De Luca nella lista “Sicilia Vera”

Pubblicato il alle

5' min di lettura

Presentata la seconda lista, quella di “Sicilia Vera” a sostegno di Cateno De Luca all’Assemblea Regionale Siciliana (ARS) in vista delle elezioni regionali del 25 settembre 2022. Tra i candidati di Messina diversi sindaci della provincia, consiglieri comunali e volti noti nella città dello Stretto. Vediamo tutti i nomi.

Dopo la presentazione della scorsa settimana della lista “De Luca Sindaco di Sicilia”, è il momento dei candidati di Messina di “Sicilia Vera” di farsi conoscere alla città. Ad introdurre la conferenza stampa, il presidente di Sicilia Vera, Giuseppe Lombardo: «Questo è il nostro simbolo storico, Sicilia Vera, anche se il nostro simbolo principale è “De Luca sindaco di Sicilia – Sud chiama Nord”. Ognuno dei candidati si presenterà, i loro nomi erano già noti, ma dovevano essere ufficializzati. È un progetto importante, cambierà tutto finalmente».

Tra i candidati diversi volti noti, sindaci della provincia di Messina, naturalmente il primo cittadino di Santa Teresa di Riva, Danilo Lo Giudice, la consigliera comunale di Messina Serena Giannetto, l’ex coordinatrice di Prima l’Italia, Daniela Bruno, l’ex consigliere comunale Antonio Restuccia. Siglato, inoltre, l’accordo con il Partito Repubblicano Italiano, rappresentato a Messina da Pietro Currò». Altra novità ufficializzata questa mattina: il presidente della IV Circoscrizione, Matteo Grasso, eletto con il Pd, è passato con Cateno De Luca.

Elezioni regionali: i nomi dei candidati di “Sicilia Vera” all’Ars con Cateno De Luca

  1. Danilo Lo Giudice (sindaco di Santa Teresa di Riva e deputato ARS): «Finalmente sono candidato a casa mia, con Sicilia Vera. Sicilia Vera riuscirà a dare l’elemento di novità di cui la regione ha bisogno. Ho ricoperto tutti i ruoli, dal fare l’attacchino ad essere l’unico parlamentare di Sicilia Vera. Destra e sinistra ci hanno governato, oggi c’è bisogno di una ventata di novità. Abbiamo dimostrato di essere capaci di un buon governo ovunque abbiamo amministrato. Finalmente avremo un sindaco di Sicilia che rivolterà questa terra come merita».
  2. Filippo Ricciardi (sindaco di Limina): «Sono orgoglioso e onorato di far parte di questa squadra. Adesso comincia davvero la grande battaglia. Io lavoro in soprintendenza a Messina, quando si parlava di questa pioggia di soldi in arrivo, De Luca diceva: sì, stanno arrivando, ma occhio che non diventino debiti. Si rende indispensabile un cambio. Le risposte devono essere date in maniera immediata».
  3. Antonio Restuccia (ex Consigliere Comunale di Messina): «Sono stato per 15 anni consigliere comunale a Messina. Ho scelto Cateno De Luca. Un uomo dalle idee innovative che possa cambiare radicalmente il territorio siciliano».
  4. Marco Vicari (avvocato, era nel partito dei centristi, ex assessore al Comune di Sant’Agata di Militello): «Sicuramente è un impegno gravoso e importante. Si tocca con mano la voglia di cambiamento di questa regione, che vuole cambiare la classe politica che ci ha governato finora per raggiungere i propri interessi personali».
  5. Eugenio Aliberti (sindaco di Rodì Milici): «Invito a votare Cateno De Luca, Sicilia Vera e me».
  6. Serena Giannetto (consigliera comunale di Messina): «Per me essere candidata alla Regione per servire la mia terra è una grande emozione. Le battaglie che porterò al Parlamento Siciliano saranno sicuramente di far rispettare il nostro Statuto, valorizzare l’identità siciliana, perché ricordiamoci che la Sicilia è uno Stato nello Stato. Mi impegnerò per la sburocratizzazione della macchina regionale, perché non si possono lasciare nel limbo le richieste dei cittadini e degli imprenditori».
  7. Stefania Giuffrè: «Penso di poter dare un contributo fattivo nel cambiare molte cose che non vanno. Spero che la Sicilia possa essere non più solo meta turistica, ma che possa dare un futuro ai nostri figli».
  8. Daniela Bruno (ex coordinatrice Prima l’Italia): «Come Cateno non ho mangiato la mela del peccato. Sono qui, ho lasciato tutto e risposto alla chiamata dell’esercito di liberazione. Quando sono stata dirigente alla Regione ho visto meccanismi perversi che uccidono la nostra terra».

Il prossimo passo, ha spiegato il candidato alla presidenza della Regione Siciliana, Cateno De Luca, sarà la presentazione della terza delle liste principali all’ARS, “Orgoglio Siculo”: «È fondamentale tornare a essere orgogliosi della nostra terra. Questa è una competizione importante. Stiamo portando avanti una strategia che per tutte le province sta garantendo uomini e donne di alto profilo. Questa settimana sarà dedicata a “Sicilia Vera”. Da uomini e donne di territorio restituiamo la fiducia a chi ci ha votato».

(1319)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.