De Luca minaccia ancora l’occupazione e denuncia irregolarità nell’ex-amministrazione Lombardo

Pubblicato il alle

1' min di lettura

de luca occupaIl candidato di Rivoluzione Siciliana, Cateno De Luca, minaccia ancora l’occupazione. Questa volta la sua attenzione è rivolta alla sede del Consorzio Autostradale Siciliano di Messina, per denunziare  la vergognosa nomina del Direttore Generale Maurizio Trainiti. «L’ex Presidente Lombardo – dichiara De Luca – non solo continua a percepire lo stipendio di  10 mila euro al mese, pur essendosi dimesso, ma continua anche a utilizzare la Regione Siciliana per nominare uomini del MPA nelle società e negli Enti pubblici, garantendo loro le retribuzioni, in dispregio alle regole stabilite dal Parlamento Siciliano. Questo è voto di scambio. È arrivato il momento di fare una puntuale verifica tra le nomine e le promozioni nella Sanità effettuate dall’ex Presidente Lombardo, negli ultimi 3 mesi, e tra i candidati e i loro parenti posizionati nelle liste a sostegno di Miccichè. Abbiamo dato mandato – conclude De Luca – ai nostri legali di predisporre un esposto alla Procura della Repubblica di Palermo, per voto di scambio, considerato che Maurizio Trainiti era Assessore comunale a Catania in quota MPA e ora è stato ricompensato con uno stipendio di oltre 200 mila euro l’anno».

(45)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.