Comune. Colpo di spugna di Croce sulle nomine degli Esperti a titolo gratuito. Buzzanca in quattro anni ne “creò” 55

croce luigiÈ il primo atto di svolta della gestione Buzzanca messa in atto dal commissario del Comune Luigi Croce. Questa mattina, su determina, l’ex procuratore capo ha revocato tutte le nomine degli Esperti a titolo gratuito indicati dall’ex primo cittadino. Tale atto ha effetto da fine agosto, visto che Buzzanca si era dimesso il 30 dello scorso mese. Cinquantacinque i nomi scelti dal 2008 a oggi. Tra gli altri vengono ricordati Maurizio Croce, nipote dello stesso commissario; l’avvocato Marcello Scurria; Giovanna Famà, che è stata selezionata come dirigente per il Palacultura; la 26enne Gabriella Alessi, che aveva il compito di occuparsi dei rischi territoriali. Ed ancora, lo Storico Giovanni Molonia; Carmelo Lembo per la sicurezza dei cittadini; l’ingegnere Antonio Rizzo, per la Protezione civile; Flavio Corpina. Buzzanca aveva giustificato le numerose nomine replicando che poteva avvalersi di professionisti del settore senza che il Comune versasse loro indennità. Per i loro impegni istituzionali, comunque, Palazzo Zanca ha versato agli Esperti il rimborso spese per le fatture presentate destinate ai costi affrontati nel corso del loro mandato. Il provvedimento odierno, disposto da Croce, è un atto di forma, consequenziale alle dimissioni del sindaco.

(48)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *