Rossana carrubba

Messina, Rossana Carrubba si insedia come Segretario alla Città Metropolitana

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Rossana Carrubba si è ufficialmente insediata a Palazzo dei Leoni. Il neo Segretario generale della Città Metropolitana di Messina, già Segretario generale del Comune, era stata designata il 25 ottobre scorso dal Consiglio Comunale, su proposta del sindaco Basile. L’unione dei due uffici, quello comunale e quello metropolitano, è stata possibile grazie allo “Schema di convenzione tra la Città Metropolitana di Messina e il Comune di Messina per l’ufficio di Segreteria Generale”.

Nel corso della sua carriera, Carrubba vanta un’esperienza anche nella provincia peloritana, avendo ricoperto il ruolo di Segretario generale, oltre che per il Comune di Messina, anche per quelli di Taormina, Torregrotta, Condrò e Roccalumera.

È stata inoltre Segretario comunale dei Comuni di Valdina (qui anche direttore generale) e Roccavaldina, commissario straordinario del Comune di Savoca, Segretario dell’Unione dei Comuni “Valle del Tirreno”, Segretario del “Consorzio Rete Fognaria” tra i Comuni di Taormina, Giardini Naxos, Letojanni e Castelmola, Presidente nucleo di valutazione dei Comuni di Valdina, Roccavaldina, Torregrotta, Condrò e Mongiuffi Melia, Segretario Comunale reggente e supplente presso i Comuni di Rometta, Castelmola, Roccavaldina, Valdina, Santa Teresa di Riva, Condrò e Randazzo e componente del tavolo tecnico per la redazione dello statuto della società in house dell’ATO idrico..

L’iter che ha portato alla nomina di Rossana Carrubba ha comunque ricevuto delle critiche in Consiglio, in particolare dal consigliere di opposizione Felice Calabrò (Pd), che si è interrogato sul «senso» di questa decisione di caricare di ulteriore lavoro l’attuale Segretaria generale di Palazzo Zanca. La delibera del Primo Cittadino è stata comunque approvata dal Civico consesso con 21 voti favorevoli e 5 contrari. Il mandato durerà fino al 2027. Lo stipendio sarà al 40% a carico della Città Metropolitana e al 60% a carico del Comune.

(106)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.