amam

Ato 3 – Amam: il Comune torna sui propri passi

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Con un’ordinanza del 30 luglio scorso il sindaco Accorinti regolamentava il passaggio dei servizi di manutenzione del verde pubblico e delle ville comunali da Ato 3 all’Amam, nell’ottica della futura creazione della Multiservizi. Con tale provvedimento il primo cittadino sbloccava l’iter per il conseguente trasferimento dei 51 lavoratori dell’Ambito Territoriale Ottimale all’azienda che gestisce la fornitura idrica in città.

Sull’ordinanza si erano espressi negativamente il consigliere comunale Antonella Russo e i Revisori dei conti, sollevando alcune perplessità sulla liceità dell’atto amministrativo. Adesso Palazzo Zanca ingrana la retromarcia e dispone la revoca dell’ordinanza. La decisione è stata presa dall’assemblea dei soci dell’Amam, riunitasi negli ultimi tre giorni.

L’amministrazione opterà dunque per un percorso ordinario tramite il quale avverrà il trasferimento dei servizi gestiti dall’Ato 3 alla nuova Amam. Processo unificato con le operazioni che sanciranno l’assorbimento di Messinambiente all’interno dell’Azienda Merionale Acque Messina.

(181)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.