A giochi fatti ecco chi sono i “trombati” della politica messinese

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Palazzo D-Orleans2Presentate le liste per le regionali, ci sono quelli che si dividono tra comitati elettorali e incontri e quelli che sono rimasti a casa. Chi sono i candidati “trombati” dopo le scelte ufficiali? Diversi i nomi, differenti le motivazioni. Nel partito democratico “salta agli occhi” l’assenza dell’ex direttore generale del Comune, Emilio Fragale. In molti pensavano a una candidatura per le regionali, ma Fragale non è stato inserito né nella lista piddina, né in quella di Crocetta presidente (sempre inserita nel collegio di Messina), né nel listino regionale del candidato presidente di Pd e Udc. A proposito dell’Udc, era già ufficiale da giovedì scorso la scelta di Nino Beninati, quella di preferire il consigliere provinciale Enrico Bivona all’ex assessore comunale Giuseppe Corvaja. Per Corvaja, a questo punto, spazio per le prossime amministrative. Mezza “trombatura” per l’ex Fli Carmelo Currenti, che si pensava fosse inserito nel listino regionale del candidato presidente Nello Musumeci e che, invece, si è ritrovato nella lista provinciale. Saranno le preferenze a decidere il destino di Currenti, che a questo punto appare in bilico. Il “trombato” per eccellenza, per ragioni giudiziarie, è il parlamentare regionale uscente Roberto Corona. Da fine agosto già in campagna elettorale, il segretario nazionale Angelino Alfano lo ha invitato a farsi da parte a tre giorni dalla presentazione delle liste. E il Popolo della Libertà si è ritrovato, a poche ore dalla scadenza, senza un “uomo forte” per sostituire Corona. Ecco che i voti degli ex Forza Italia dovrebbero convergere tutti su Nino Germanà. 

(40)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.