Manutenzione scuole, Panarello: “Si diano fondi ai singoli istituti”

panarello-patriziaL’assessore alla Pubblica Istruzione, Patrizia Panarello, con un documento trasmesso all’assessore Sergio De Cola, alla presidente del Consiglio comunale, Emilia Barrile, e al dirigente il dipartimento Manutenzione Immobili Comunali, Francesco Ajello, ha richiesto la predisposizione di un atto dirigenziale per la piccola manutenzione ordinaria nelle scuole.

“Vista l’emergenza che stiamo vivendo nelle scuole per il problema del riscaldamento – spiega l’assessore –  vista la delibera n. 667 del 17 settembre 2013 avente ad oggetto: ‘Assegnazione di fondi agli istituti scolastici di pertinenza comunale per interventi di piccola manutenzione’ a firma dell’assessore De Cola, immediatamente esecutiva; vista la relazione allegata alla suddetta delibera redatta dal dipartimento Edilizia Scolastica prot. n. 204867 del 4.9.2013 con la quale viene proposta l’assegnazione di fondi agli istituti scolastici, rientranti nell’ambito della competenza comunale per interventi di  manutenzione quali:

1. spese per lavori di manutenzione ordinaria (modesti interventi di tinteggiatura, ripristino intonaci interni, falegnameria, pavimentazioni e rivestimenti, sostituzione vetri, riparazione serramenti interni ed esterni) degli immobili destinati a locali scolastici di proprietà comunale o condotti in locazione, esclusa la sostituzione degli infissi esterni;

2. spese per piccole riparazioni e manutenzione di impianti idrici, igienici, fognari, di allarme, finalizzate al corretto funzionamento degli impianti medesimi;

3. spese per piccole riparazioni e manutenzione di impianti di riscaldamento e condizionamento, programmazione del timer della centralina caldaia di gas e simili, e per il semplice riavvio degli impianti in caso di interruzione della loro funzionalità;

4. spese per piccoli lavori in ferro ed alluminio, finalizzati alla salvaguardia degli utenti e del patrimonio scolastico (ringhiere, cancellate);

5. spese per assistenza e manutenzione ordinaria degli impianti elevatori;

6. spese per la pulizia dei canali di gronda, terrazze, pluviali e pozzetti di acque piovane;

7. interventi di scerbatura, potatura;

8. spese per piccoli interventi di manutenzione ordinaria sugli impianti elettrici esistenti (ricerca guasti, sostituzione lampadine, interruttori, prese e simili);

9. ogni singolo affidamento/intervento non può eccedere la somma di €. 600,00 oltre Iva, salvo in caso di lavori urgenti o inerenti la sicurezza e l’igiene, che verranno autorizzati preventivamente dall’Ufficio competente.

Panarello chiede che venga istituito un capitolo di spesa denominato ”ALVI” Albo dei Volontari di Istituto, e che sia destinata una somma consistente da ripartire annualmente nelle scuole in maniera possibilmente uniforme ed altresì si chiede al Consiglio comunale di destinare una quota della Tari a questo progetto”.

(57)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *