Valle degli Angeli, Oteri: “Riaprite via Aristotele”

ImmagineIl consigliere della III circoscrizione Cosimo Oteri, non trova più scuse per la paradossale situazione della circonvallazione che unisce il rione di fondo Fucile a Valle degli angeli. “E’ davvero impensabile – precisa – che dopo più di 5 anni dalla parziale chiusura della via Aristotele o 38/P Palazzo Zanca trovi alibi per giustificare un provvedimento che ancora, fa gridare all’inverosimile e cioè quello di aver chiuso scandalosamente la strada principale del villaggio, con le gravissime conseguenze che ne possono scaturire specialmente in tema di protezione civile e di soccorso, con la unica via Cherubini che per questioni naturali dovuti alla conformità di essa non garantisce il passo ad autobotti od autoambulanze, inoltre l’ attuale incrocio con la via Anassagora risulta essere pericolosissimo e si registrano purtroppo incidenti seri a causa della scarsa visibilità della strada”.

“L’Arpa – dichiara Oteri –  su un monitoraggio effettuato in prossimità dei tralicci dell’alta tensione, si è chiaramente espressa sulla non pericolosità dell’elettrodotto, certificando, appunto, che i valori rilevati risultano inferiori ai limiti previsti dalla normativa vigente”.

Risulta ancora oggi strano che il provvedimento effettuato dall’ allora amministrazione Buzzanca interessi solo una parte della via, mentre rimane aperta al transito la via parallela, inoltre se ci fosse un reale problema di onde elettromagnetiche non dovrebbe certo rimane consentito il transito pedonale, e perché le famiglie che vi abitano a pochi metri di distanza non sono state evacuate? L’ agenzia regionale per la protezione e l’ ambiente ha già risposto, adesso tocca all’ amministrazione comunale provvedere alla riapertura totale della strada, considerando che anche le ferrovie dello stato si sono pronunciate sul rispetto della distanza di sicurezza tra i tralicci di proprietà e la strada”.

Oteri, dunque, torna a chiedere l’immediata riapertura dell’arteria principale del rione di Valle Degli Angeli “per porre fine a dei comprovati disagi ed a dei potenziali pericoli per la pubblica incolumità che obiettivamente stanno durando anche troppo”.

 

(147)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *