Unime: inaugurato il nuovo anno accademico 2023-2024

Pubblicato il alle

4' min di lettura

L’Aula Magna del Rettorato ha ospitato questa mattina l’inaugurazione del 476° anno accademico 2023-2024 di Unime. Alla cerimonia erano ospiti il prof. Silvestri, preside emerito della Corte costituzionale, Renato Schifani, Presidente della Regione Siciliana, numerosi Rettori di Università italiane ed esponenti delle istituzioni cittadine.

La Rettrice Giovanna Spatari ha affermato che la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico, la prima del suo mandato, è per lei motivo di forte orgoglio e grande emozione, illustrando ciò che, con l’aiuto di tutte e di tutti, si propone di fare.

La Rettrice dell’Università di Messina ha dichiarato che «l’essenza stessa del sentirsi parte di una comunità accademica risiede, a mio avviso, nella condivisone di valori universali  che possono guidare, in ogni circostanza, le scelte programmatiche e le azioni di ciascuno di noi. Conoscenza, libertà, eguaglianza e persona sono i cardini sui quali deve ergersi la nostra progettualità».

Obiettivi della Rettrice Spatari

Diversi gli obiettivi che la Rettrice Spatari ha esposto durante la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico di Unime:

  • la valorizzazione del merito, riconosciuto e valorizzato soprattutto per chi proviene da situazioni di maggiore difficoltà economica e decide di investire nella formazione accademica e nella ricerca;
  • studentesse e studenti dovranno essere sempre collocati al centro della vita accademica in quanto principali fruitori;
  • valorizzare la tradizione e promuovere l’innovazione dei saperi con uno sguardo attento ai problemi e alle necessità che emergono dal contesto di riferimento, ispirando ogni azione ai principi della sostenibilità economica, ambientale e sociale;
  • creare un “ecosistema culturale” inclusivo, dinamico e sostenibile per le generazioni future.

«Nessun obiettivo – tra quelli che immaginiamo di poter raggiungere nei prossimi anni – potrà essere concretamente perseguito senza il prezioso supporto di tutte le nostre migliori capacità tecniche, scientifiche e culturali» ha sottolineato la Rettrice che ha anche ricordato il prof. Eugenio Guglielmino, Direttore del Dipartimento di Ingegneria, recentemente scomparso.

Renato Schifani e il Ponte sullo Stretto

Il Presidente della Regione Sicilia, Renato Schifani, ha affermato di star lavorando con Unime  e tutte le altre Università siciliane  per cogliere tutte le potenzialità della transizione ecologica e le iniziative finalizzate ad arrestare la fuga di cervelli dalla regione. Durante il suo intervento il Sen. Renato Schifani ha parlato anche del Ponte sullo Stretto: «penso all’importanza che potrà rivestire il progetto del Ponte dello Stretto, fondamentale per la Sicilia, per i giovani e per il pieno sviluppo di una civiltà del mare di cui l’Ateneo messinese saprà certamente farsi garante. Assumo pubblicamente davanti a voi ed al Sindaco di Messina, presente in Aula, l’impegno per un necessario rifacimento della rete stradale ed infrastrutturale propedeutico alla realizzazione del Ponte sullo Stretto».

L’intervento di Gaetano Silvestri

Ha poi preso la parola Gaetano SIlvestri, preside emerito della Corte costituzionale che si è detto onorato ed emozionato di poter parlare  in quella che è stata la sua Università. Il Prof. Silvestri ha ricordato con commozione e reverenza i Maestri che hanno contribuito alla sua formazione. Il suo augurio finale è stato rivolto alle generazioni future di studenti, con la speranza di saper difendere e accrescere il patrimonio culturale che riceveranno.

Sono seguiti alcuni intermezzi musicali del Coro D’Ateneo diretto dai Maestri Giulio e Umberto Arena . La cerimonia è stata trasmessa in diretta streaming su YouTube e presso ciascuna Aula Magna dei Dipartimenti Didattici.

(188)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.