Foto dell'Università di Messina - unime

Sfida a tre all’Università di Messina: il 23 novembre le elezioni per il nuovo Rettore

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Giovedì 23 novembre l’Università degli Studi di Messina (UniMe) voterà per scegliere il nuovo Rettore: le elezioni, in prima votazione, si svolgeranno dalle ore 8.00 alle ore 20.00. I candidati in campo sono tre: il professor Michele Limosani; il professor Giovanni Moschella; la professoressa Giovanna Spatari.

L’Ateneo perloritano si prepara a eleggere il nuovo Rettore, successore del prof. Salvatore Cuzzocrea. Per consentire lo svolgimento delle votazioni, è stata disposta la sospensione dell’attività didattica nei giorni delle votazioni e in quelli dedicati allo scrutinio. La propaganda elettorale si concluderà 24 ore prima di ogni votazione; seguirà il silenzio elettorale fino alla conclusione delle operazioni di voto.

Di seguito, tutte le informazioni utili sull’elezione del nuovo Rettore dell’Università di Messina.

Elezioni del nuovo Rettore dell’Università di Messina: quando, chi e come si vota

Le elezioni per il nuovo Rettore dell’Università degli Studi di Messina, che sarà in carica per il sessennio 2023/2029, si svolgeranno giovedì 23 novembre 2023 dalle ore 8.00 alle ore 20.00. Nel caso non si dovesse raggiungere il quorum di 677 votanti, si procederà a seconda votazione lunedì 27 novembre. L’eventuale ballottaggio è fissato per venerdì 1 dicembre.

Come anticipato, i candidati alla carica di Rettore di UniMe, che hanno presentato la propria candidatura al Decano dell’Ateneo, il prof. Antonio Panebianco sono tre:

  • prof. Michele Limosani – ordinario di Politica Economica;
  • prof. Giovanni Moschella – ordinario di Istituzioni di Diritto Pubblico;
  • prof.ssa Giovanna Spatari – ordinaria di Medicina del Lavoro.

L’elettorato attivo interessato all’elezione del 23 novembre è così composto:

  • professori di ruolo, ricercatori a tempo indeterminato n. 874 – voto pieno;
  • ricercatori a tempo determinato, di cui all’art.24 comma 3, lett. b) della legge 240/2010, n. 139 – voto pieno;
  • dirigenti amministrativi n. 6 – voto pieno;
  • ricercatori a tempo determinato, di cui all’art.24 comma 3, lett. a) della legge 240/2010, n. 137 (voto ponderato al 30%), voti equivalenti n. 41;
  • personale tecnico-amministrativo, lettori e collaboratori esperti linguistici, n. 930 (voto ponderato,  25% del n. complessivo dei professori di ruolo e dei ricercatori a tempo indeterminato), voti equivalenti n. 218;
  • studenti, dottorandi, assegnisti e specializzandi regolarmente iscritti n. 15536 (voto ponderato, 30% del numero complessivo dei rappresentanti degli stessi in S.A. CdA e nei Consigli  di Dipartimento n. 246), voti equivalenti n. 74.

I dati potrebbero subire lievi variazioni, quelli definitivi saranno pubblicati il giorno della prima votazione.

Le operazioni di scrutinio si svolgeranno all’indomani della votazione.

Dove si vota: i seggi elettorali UniMe

Per le votazioni sono stati selezionati 12 seggi elettorali, tutti allocati nel plesso centrale dell’Università degli Studi di Messina. Per favorire la più ampia partecipazione al voto da parte dell’elettorato attivo, è stato istituito un servizio di bus navetta dai vari Poli verso il Plesso centrale e viceversa.

(198)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.