Il porto fonte di riscatto per Messina. Come? Se ne parlerà oggi all’Unime

Messina è sempre stata la porta del Mediterraneo, meta di rotte commerciali, una delle città cosmopolite del passato, proprio grazie al suo porto. È proprio da questo importante luogo che, secondo Lions Club, può partire il riscatto della città dello Stretto. Come? Sarà spiegato in un convegno che si terrà all’Unime oggi, 24 gennaio, alle 16.

Il convegno “Speranze, amore e voglia di riscatto della città di Messina attraverso il suo porto. Rotte commerciali, sviluppo economico e opportunità turistiche” si terrà nell’Aula Magna dell’Unime, organizzato da Lions Club Messina.

Il convegno, promosso in collaborazione con l’Università di Messina, la Regione Siciliana Assessorato Turismo Sport e Spettacolo e l’Autorità di Sistema portuale dello Stretto, vedrà come relatori:

  • il prof. Salvatore Bottari,  associato di storia moderna presso il dipartimento di civiltà antiche e moderne;
  • il prof. Daniele Schillirò, associato di economia politica, dipartimento di economia;
  • il dott. Ettore Gentile, Segretario Generale dell’Autorità di Sistema  Portuale dello Stretto;
  • l’arch. Pino Falzea Presidente Ordine Architetti;
  • l’ing. Francesco Triolo, Presidente Ordine Ingegneri;
  • il dott. Rosario Terranova, coordinatore per la 3 circoscrizione (area ionica) del tema di studio distrettuale Lions “La Sicilia da oggetto a soggetto di sviluppo”.

Le considerazioni finali verranno tratte dal prof. Filippo Grasso a moderare sarà il medico e giornalista Giuseppe Ruggeri.

Porgeranno un indirizzo di saluto il Rettore, Salvatore Cuzzocrea, il Sindaco Cateno De Luca, l’Assessore al turismo Regione Sicilia Manlio Messina, il delegato del rettore per i rapporti con il territorio Roberto Montanini, la presidente del Leo Club Messina Ionio Rossana Rizzo.

Introdurrà i lavori la presidente del Lions Club Messina Ionio, Maria Francesca Scilio.

 

(74)

Categorie

Università

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *