Report scuole: Messina la peggiore secondo Legambiente

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Va a Messina la maglia nera per l’edilizia scolastica e i servizi connessi, secondo il XVII Rapporto Ecosistema Scuola stilato da Legambiente. Ultima in classifica dunque, 86esima a voler essere precisi, preceduta da altre città siciliane che si piazzano anch’esse nei bassi fondi della graduatoria: Ragusa 59esima, Agrigento 62esima, Caltanissetta 72esima, Palermo 78esima.

Il report, effettuato sulla base di dati raccolti nel 2015 attraverso questionari, ha coinvolto 94 comuni e quasi 6000 scuole. Sono stati presi in esame in particolare la sicurezza degli edifici, le certificazioni, la manutenzione, i servizi e l’esposizione a fonti di inquinamento ambientale. Sul podio per la migliore qualità delle scuole c’è Piacenza, seguita da Parma e Trento.

Tornando alla Sicilia, dal dossier di Legambiente emerge che a Messina, ma anche ad Agrigento, Caltanissetta, Palermo e Ragusa, la situazione strutturale è pessima. “Il 69% degli edifici – si legge nel rapporto  – è stato costruito prima del 1974,  il 20,2% nasce come abitazione, su nessuno è stata eseguita la verifica di vulnerabilità sismica. Le certificazioni mancano a tantissime scuole. Solo il 36,7%, infatti,  ha quella di collaudo statico, il 35,2% di idoneità statica, il 22,1% di agibilità e il 32,8% di prevenzione incendi. Solo il 21,7% degli edifici ha goduto di manutenzione straordinaria negli ultimi 5 anni”.

Sul versante dei rischi ambientali ( vicinanza ad autostrade, distributori di benzina ed edifici militari) non c’è da stare allegri: secondo il report a Messina il 16% delle scuole si trova nei pressi di queste strutture.

Lo studio di Legambiente non fa che confermare quanto già emerso dall’indagine portata avanti dall’Ispettorato del Lavoro,   che lo scorso settembre aveva fatto emergere le numerose criticità delle scuole messinesi: su un totale di  112 plessi, nessuno è a norma e tutti presentano rischi strutturali. Gli 11 milioni di euro  provenienti dal Patto per Messina basteranno a risolvere definitivamente tutti i problemi delle scuole? Certamente  anche il fattore tempo  non si può sottovalutare, visto che i lavori non durerebbero pochi giorni, quindi per  dirigenti scolastici, professori e genitori,  i disagi permarranno per chissà quanto tempo.

(162)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Messina è la peggiore città d’Italia. Avere un sindaco come Accorinti ci ha portato alla sfacelo.

error: Contenuto protetto.