libero gioveni, consigliere comunale di messina

Messina. Tessere ATM gratuite per invalidi e portatori di handicap: l’appello di Gioveni

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il consigliere comunale Libero Gioveni chiede il rilascio di tessere gratuite ATM per invalidi e portatori di handicap e sottolinea, rivolgendosi all’Amministrazione: «Dalle parole si passi ai fatti. Si rispettino gli impegni e soprattutto le norme». Nei mesi scorsi, infatti, l’esponente di Fratelli d’Italia aveva già sollevato la questione ricevendo «risposte rassicuranti in merito allo stanziamento di 100mila euro in Bilancio». Ma di bilanci, evidenzia Gioveni, ne son passati diversi, eppure ancora la misura non è stata predisposta.

«In tutte le delibere di variazione di Bilancio presentate fino ad oggi – aggiunge – (compresa quella che sta per approvare il Consiglio Comunale in questi giorni) non vi è stata mai traccia di queste somme, né tanto meno da parte dell’Amministrazione finora è stato mantenuto l’impegno di varare il relativo provvedimento». Per queste ragioni, il consigliere comunale chiede all’Amministrazione – e in particolare al sindaco di Messina Cateno De Luca e all’assessore alle Politiche Sociali, Alessandra Calafiore – se vi è l’intenzione di avviare l’iter per il rilascio delle tessere gratuite ATM e, se sì, quanto tempo si dovrà aspettare.

La misura, si specifica, riguarderebbe gli invalidi per servizio ai sensi della L.R. n. 9 del 1 ottobre 1992; gli invalidi civili con percentuale d’invalidità non inferiore al 66%; gli invalidi di guerra; i portatori di handicap a cui sono stati riconosciuti i requisiti previsti dalla Legge 104/92 art. 3 commi 1 e 3.

In questa vicenda, sottolinea Libero Gioveni, «risultano paradossali due aspetti. L’Amministrazione ha pensato bene (a torto o a ragione, non è questo il punto) di dare all’Azienda trasporti la necessaria copertura finanziaria di diverse centinaia di migliaia di euro per esentare il pagamento della sosta nelle aree della ZTL, senza però preoccuparsi invece di mettere a punto qualche soldino anche a beneficio delle categorie protette. Inoltre, il Presidente di ATM S.p.A. Giuseppe Campagna, nell’agosto 2020 aveva annunciato di voler venire incontro alle suddette categorie introducendo delle tariffe agevolate, senza però mai parlare di gratuità del servizio».

«Si potrà ben comprendere – conclude il consigliere Gioveni –, quindi, che tali ulteriori due novità rendono ancora più amara la delusione per tutti quei concittadini con patologie invalidanti che attendono ormai da anni il beneficio finalizzato al trasporto gratuito nei mezzi aziendali che peraltro consentono ormai tutti l’accesso di persone su sedia a rotelle».

(62)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.