La Sicilia è la meta preferita dagli italiani, tra bellezze artistiche e “sicilitudine”

valle dei templiLa Sicilia è la destinazione preferita dagli italiani.  Infatti – secondo la ricerca “Future4Tourism” condotta da Ipsos 8 italiani su 10 prediligono la Sicilia come meta per le loro vacanze. L’Isola viene scelta da molti per il suo patrimonio artistico e culturale ma anche per le aree naturali e l’entroterra da scoprire.

«Questo dato – dice il governatore Nello Musumeci – conferma che la nostra Isola, oltre che splendida è anche sicura. Abbiamo affrontato, tutti insieme, cittadini e istituzioni, con grande rigore e senso di responsabilità la fase della pandemia contenendo un fenomeno senza precedenti.

Oggi l’immagine della Sicilia è quella più vera e lusinghiera, ovvero una terra ospitale e piena di fascino. Un fascino antico dato dalla sua storia ultramillenaria, dalle sue incomparabili bellezze naturali ma anche dalla sua gente, ospitale e generosa.»

Tra gli italiani, chi prepara le valigie per andare in Sicilia lo fa soprattutto per

  • offerta culturale: 63%
  • feste popolari e tradizioni artigiane: 41%
  • l’Etna: 39%
  • entroterra: 38%
  • tradizioni enogastronomiche: 33%

Come cambia il turismo dopo la quarantena

Per molti diversi il coronavirus ha modificato certe abitudini, una di queste è il nostro modo di viaggiare, molti  – come si legge nell’indagine Ipsos – preferiscono il turismo di prossimità.

La scelta della meta continua a privilegiare il mare; cresce l’interesse per la montagna o per località collinari-lacustri mentre saranno in sofferenza le città d’arte. Anche la scelta dell’alloggio privilegerà gli affitti di case e le soluzioni legata ai campeggi. In difficoltà invece le strutture alberghiere ritenute meno sicure e poco in grado di garantire il distanziamento.

La Sicilia la preferita dagli italiani

Insieme all’indagine di Ipsos, a confermare che la Sicilia sia una meta amata dagli italiani è lo studio condotto da Doxa-Birra Messina. Secondo la ricerca, 6 siciliani su 10 scelgono abitualmente di passare le vacanze estive in Sicilia.

Tra i siciliani stanziali o fuori casa, come i lavoratori o gli studenti fuori sede, il 39% ha dichiarato che coglierà l’occasione per scoprire luoghi nascosti della propria terra, mentre il 22 % degli intervistati ha confessato che resterà vicino casa, convinti che sia “il posto più bello del mondo”.

Raccontando i luoghi del cuore per i siciliani e per i non siciliani (tra arte, natura, feste tradizionali e luoghi nascosti), la ricerca mette a fuoco analogie e differenze tra la vacanza dei turisti e quella dei locali. I primi cercano soprattutto cultura e bellezze naturali; i siciliani, forti di un rapporto più intimo, si riconoscono in una Sicilia più sensoriale e da scoprire, fatta di sapori, profumi ed esperienze autentiche.

La sicilitudine

La ricerca spiega perché la Sicilia è la destinazione preferita dagli italiani. Sarebbe merito della “sicilitudine” termine coniato da Leonardo Sciascia nel suo saggio “Sicilia e sicilitudine”. La sicilitudine  racchiude tutti gli aspetti che i siciliani (e i non-siciliani) amano di quest’isola: generosità, accoglienza e ricchezza d’animo.

(356)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *