giornate del buon pastore messina

A Messina vince la solidarietà: boom di donazioni per le Giornate del Buon Pastore

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Risposta positiva da parte della cittadinanza messinese alla Cesta del Buon Pastore. La prima edizione delle Giornate del Buon Pastore a Messina ha registrato circa 3.000 confezioni di beni donati per la prima infanzia tra il 29 e il 30 ottobre 2021.

L’iniziativa organizzata dalla Onlus Terra di Gesù insieme a Federfarma, l’Ordine dei Farmacisti e l’Ordine dei Medici di Messina, ha avuto successo anche grazie all’impegno di 80 volontari presenti nelle 29 farmacie di Messina che hanno aderito alle Giornate del Buon Pastore.

La raccolta è stata particolarmente ricca e partecipata, come hanno confermato il presidente di Terra di Gesù, il dottor Francesco Certo, e Giovanni Crimi, presidente di Federfarma Messina. I due hanno voluto ricordare la collaborazione tra le varie associazioni che ha permesso la riuscita dell’evento.

La Cesta del Buon Pastore rimarrà disponibile in qualunque periodo dell’anno. L’elenco delle farmacie aderenti si può leggere qui.

Che cos’è la Cesta del Buon Pastore

La Cesta del Buon Pastore è un progetto di beneficenza ideato da Terra di Gesù Onlus di Messina all’interno della Casa del Buon Pastore, dove sorge dal 2018 il Centro medico Buon Pastore, situato in via Pasquale Calvi, nei locali dell’ex segreteria della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Messina, che ha concesso in comodato d’uso la struttura.

Lo scopo dell’iniziativa è quello di fornire ai bambini poveri della città tutti quei beni necessari che non possono permettersi. La Cesta del Buon Pastore si propone dunque di sostenere le famiglie più disagiate nell’ambito del progetto “Prima vita”.

(89)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.