Supercoppa Serie A2. Trapani – Orlandina Basket 95-94: paladini rimontati e beffati nel finale

Esordio amaro per l’Orlandina Basket sul parquet della Pallacanestro Trapani nella gara valida per la Supercoppa Serie A2. C’era grande attesa per la prima gara ufficiale della formazione di Capo d’Orlando dopo lo stop, della scorsa stagione, causato dall’emergenza Covid-19. Inserita nel raggruppamento con Trapani, Cento e Ferrara, i ragazzi di coach Sodini puntavano ad una vittoria nella loro gara d’esordio per trovare le giuste motivazioni in vista di un campionato che si preannuncia molto combattuto. Eppure, al suono della sirena finale, l’entusiasmo si è trasformato in delusione per una vittoria letteralmente gettata alle ortiche nonostante un vantaggio di oltre trenta punti. Tanto rammarico come confermato dallo stesso coach Sodini in conferenza stampa: «In questo momento dell’anno sono più preso dalle cose che vorrei vedere, più di quanto non lo sia in una partita che abbiamo comunque provato a vincere. Per cui, se da un verso ovviamente non sono contento di aver perso una partita in cui eravamo avanti di 32 punti, dall’altra parte credo che nel nostro processo educativo, una sconfitta come questa sia più formativa di una vittoria. Ho visto una spirito giusto, un approccio corretto alla partita. Abbiamo intravisto quello che vorrebbe essere il nostro basket per 40’, un basket che mette a dura prova i giocatori, sia dal punto di vista fisico che quello mentale. Mi aspetto dei passi avanti già dalla prossima partita, però siamo estremamente positivi, nonostante la sconfitta.»

Avvio spettacolare in fase offensiva

Il primo quintetto stagionale dell’Orlandina scelto da coach Sodini è formato da Laganà, Floyd, Bellan, Johnson e Fall. I paladini sembrano più in palla rispetto agli avversari e si portano addirittura sul +11 dopo appena cinque minuti di gioco. Sugli scudi i due americani Floyd e Johnson che martellano la difesa granata avversaria. Le quattro triple consecutive permettono all’Orlandina di chiudere il primo quarto sul punteggio di 39 a 10. L’inizio di secondo quarto fa ben sperare con i ragazzi di Sodini che continuano ad attaccare con ottime percentuali sia al ferro che dall’arco. Nel finale di primo tempo Trapani riesce a mettere a segno solo quattro punti, ma l’Orlandina si rilassa e non sferra l’allungo decisivo chiudendo il parziale sul punteggio di 38-54.

La rimonta decisiva

Il terzo quarto inizia sotto dei buoni auspici con Floyd e Johnson che continuano a guidare l’attacco orlandino. Il ritmo ospite, però, non è serrato come nel primo tempo e così Trapani ci crede. I padroni di casa cominciano ad alzare il ritmo trovando canestri importanti con Mollura e Powell. I granata si spingono fino al -6 prima del break finale dell’Orlandina che riesce a chiudere il terzo quarto sul 68-78 con la doppia cifra di vantaggio. La speranza di gestire il punteggio viene subito spazzata via con l’inizio shock del quarto quarto. Trapani porta a casa un break di 7-0 e ricuce definitivamente lo strappo. I granata sono in fiducia e cominciano a trovare anche le triple decisive dall’arco con Corbett e Palermo. La produzione offensiva dell’Orlandina si inceppa e Trapani firma il sorpasso nel finale. Sull’ultima azione Orlandina avrebbe la palla della vittoria ma Johnson sbaglia una comoda tripla e Gay il successivo appoggio a rimbalzo.

Il Tabellino della gara

2B Control Trapani vs Orlandina Basket 95-94 (10-39; 38-54; 68-78)

Orlandina Basket: Taflaj 13, Gay 3, Floyd 33, Laganà 11, Johnson 11, Del Debbio, Tintori, Bellan, Fall 12, Moretti 4. Coach: Marco Sodini

Trapani: Palermo 5, Corbett 16, Renzi 16, Mollura 17, Spizzichini ne, Basciano ne, Piarchak ne, Erkmaa 3, Tartamella, Adeola 17, Pianegonda 8, Powell 13. Coach: Daniele Parente

 

Foto tratta dalla pagina ufficiale Facebook Pallacanestro Trapani

 

(60)

Categorie

Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *