Pallavolo- Il Savio regola la capolista Acireale

Pubblicato il alle

4' min di lettura

PallavoloCon una prova di carattere, cuore e buon gioco il Savio si prende due punti d’oro per il proseguo del  torneo di serie C. Tra le mura amiche del PalaJuvara, la squadra diretta dal tecnico Giovanni Russo impone il primo stop in campionato alla capolista Acireale e si riprende (in coabitazione proprio con il team di Giuffrida) la testa della classifica.

L’incontro tra le prime due realtà del girone B, si è rivelato spettacolare, una continua altalena di emozioni e di buona pallavolo. Alla fine ha vinto la squadra che ha dimostrato sul campo di volere con più insistenza la vittoria, che non si è mai arresa nel momento di maggiore difficoltà, quando si è ritrovata sotto 2 set a 1 e la sconfitta sembrava prendere sempre più piede.

Russo parte con la formazione base che vede Schifilliti in regia con Andrea D’Andrea opposto, Mancuso e Briguglio al centro e Francesco D’Andrea-Mastronardo di mano. A giostrare nel ruolo di libero è Antonino Zappalà.

Il primo set è piuttosto combattuto, con due squadre che si affrontano senza timori reverenziali. Acireale è squadra solida, ben organizzata, si porta avanti ma il Savio è sempre lì e con una rimonta annulla lo svantaggio per poi imporsi ai vantaggi (30-28). Diverso l’andamento dei due set successivi in cui Acireale desta una impressione di maggiore efficacia, grazie agli spunti della coppia di centrali Butticè e Nicotra che manda spesso in difficoltà la difesa del Savio; in attacco Mungiello fa valere l’esperienza accumulata in B2. Il team acese vince il secondo game per 18 a 25 e sulle ali dell’entusiasmo si assicura anche il terzo con il punteggio di 15 a 25.

Nel momento cruciale del match, esce fuori la capacità di saper soffrire e l’organizzazione sul piano del gioco di capitan Schifilliti e compagni che nel quarto mostrano sul taraflex della Juvara la concentrazione e lo smalto del set d’apertura. Russo dalla panchina mischia le carte e trova gli accorgimenti per limitare la pericolosità dei centrali. Si procede con una serie di piccoli strappi ora di una ora dell’altra formazione, destinati ad essere sempre ricuciti. Dal 12 pari si va avanti in una situazione di sostanziale equilibrio (17-17) fino alle battute finali. Sul 23 a 23 è il team di casa a trovare lo spunto decisivo per chiudere i giochi con il servizio di Ciccio D’Andrea.  

Il tie break scorre via seguendo lo stesso copione del precedente, con le due squadre che si mantengono incollate nel punteggio, tanto che al cambio campo di metà frazione il Savio si presenta avanti di un punto (8-7). Il quadro di sostanziale equilibrio rimane invariato fino alle battute finali che premiano ancora una volta la maggiore freddezza degli atleti in casacca gialloblu. Esplode a fine gara la festa tra le fila della formazione salesiana che centra la sesta vittoria su sette incontri disputati in campionato e soprattutto torna ad assaporare il gusto del primato.

SAVIO MESSINA-AQUILIA ACIREALE 3-2

(Set: 30-28; 18-25; 15-25; 25-23; 15-13)

PGS SAVIO MESSINA: Briguglio, Cascio, Caminiti, D’Andrea A., D’Andrea F., Gnani, Idotta, Mancuso, Marchello (L2), Mastronardo G., Russo, Schifilliti, Zappalà (L1). All. Giovanni Russo

AQUILIA ACIREALE: Butticè, Cutrufello, De Luca, Ferrigno, Guglielmino (L), La Monica, Mancuso, Mungiello, Nicotra, Pappalardo, Spoto, Spucches. All. Giuffrida

ARBITRI: Giuseppe Insolia e Alexander David Tata di Siracusa 

(91)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.