Mense universitarie: scongiurati i licenziamenti

Pubblicato il alle

2' min di lettura

mensa universitariaDa domani, sabato 12 gennaio, tornano a funzionare le mense universitarie di Messina, ferme da 4 giorni per lo sciopero del personale contro l’annunciato licenziamento di 9 unità sulle 21 complessive. Tra ieri ed oggi le organizzazioni sindacali di categoria , Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs,che avevano indetto la protesta, hanno incontrato sia l’azienda , La Cascina, sia l’Ersu con l’obiettivo di salvare i posti di lavoro. Concordata con l’azienda la sospensione delle procedure di mobilità e l’avvio della Cassa integrazione in deroga con una riduzione dell’orario di lavoro.
L’Ersu, che aveva denunciato un significativo calo ni pasti preparati anche in conseguenza del calo di 8mila iscritti all’università – passati nell’arco di un biennio da 40mila e 32mila complessivi-, si è impegnato ad ampliare i potenziali utenti clienti, sia evitando di programmare le lezioni in concomitanza dell’orario di apertura della mensa, sia aprendo all’esterno – al Policlinico, per esempio, dove si sta vagliando l’apertura della mensa universitaria sia al personale che ai familiare dei degenti.
Moderata soddisfazione per i vertici delle tre organizzazioni sindacali, Carmelo Garufi (Filcams Cgil), Pancrazio di Leo (Fisascat Cisl ) e Eliseo Gullotti (Uiltucs) per essere riusciti a scongiurare i licenziamenti, ma i tre sottolineano l’importanza che ora si faccia tutto il possibile per ampliare l’utenza delle mense come, ad esempio, procedere rapidamente al completamento dei lavori del pensionato universitario chiuso per lavori di adeguamento alla normativa sulla sicurezza da un paio di anni.
Oggi gli studenti dell’università di Messina, dove funziano 4 mense in tutto – Centrale, Policlinico, Annunziata e Papardo- pagano per il servizio mensa un ticket, scaglionato in base al reddito, che arriva massimo a 4 euro e 55 centesimi.

(47)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.