In bici da Messina a Capo Nord: l’impresa di Gasparino La Rosa in ricordo della moglie

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Un viaggio in bici da Messina a Capo Nord in memoria della moglie scomparsa da poco più di un anno a causa di un cancro. È l’impresa del Maggiore della Guardia di Finanzia Gasparino La Rosa per supportare la ricerca e poter così «donare ad altri le speranze di vita che lei non ha avuto». Partito dalla città dello Stretto l’8 luglio, attraverserà 10 nazioni per raggiungere il punto più estremo d’Europa: Capo Nord.

L’impresa di Gasparino La Rosa in ricordo della moglie Maria

Forte di quella tenacia con cui la giovane moglie Maria ha saputo affrontare la malattia in ogni momento, La Rosa ha deciso di sostenere la ricerca e salvare più vite in un viaggio che lo porterà da Messina a Capo Nord in bici. Lo chiama “nemico alieno” quel male che ha sconvolto la sua esistenza portandogli via Maria, compagna di una vita: «una delle cose più belle che la vita mi aveva donato».

«Lei ha affrontato a testa alta il lungo ed estenuante combattimento – racconta – senza mai buttare la spugna e cercando di volta in volta di arrivare al round successivo, pur sapendo che l’incontro si sarebbe concluso con un knockout a favore dell’avversario».

Per permettere a sempre più persone di poter vincere la propria battaglia contro il cancro, La Rosa ha quindi lanciato una raccolta fondi a favore della Fondazione AIRC con il patrocinio della Guardia di Finanza. Obiettivo: 30mila euro. «Io sono pronto ad affrontare questa sfida mettendoci cuore, gambe e sudore – dichiara – ma ho bisogno del vostro aiuto per far sì che la ricerca diventi sempre più efficace e riesca a salvare molte più vite».

un viaggio per la vita da messina a capo nord in bici
Un viaggio per la vita: da Messina a Capo Nord in bici per la moglie Maria.

In bici da Messina a Capo Nord: le tappe del viaggio

Partito da Messina l’8 luglio, il Maggiore della Guardia di Finanza Gasparino La Rosa percorrerà tutta la costa tirrenica fino a Torino dove si aggregherà alla gara mondiale di ultracycling “Nord Cape 4000” per raggiungere Capo Nord entro il 15 agosto. L’intero viaggio potrà essere seguito dalla pagina web retedeldono.it, dove sarà possibile fare una donazione contribuendo così alla raccolta fondi per la Fondazione AIRC.

Quella di La Rosa non è l’unica impresa titanica partita dalla Sicilia. Lo scorso anno, infatti, Domenico Romano e Pietro Lo Bue erano partiti da Lampedusa in sella alle loro bici per raggiungere proprio Capo Nord. Tre anni prima, lo stesso Romano, partendo stavolta dal suo paese Spadafora, aveva raggiunto il figlio a Londra.

Foto copertina e articolo: retedeldono.it

 

(360)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.