regione-siciliana

Uno “stipendificio” chiamato Regione. 40mila dipendenti costano ai Siciliani oltre un miliardo l’anno

Pubblicato il alle

3' min di lettura

regione-sicilianaLa corte dei Conti svela numeri che “toccano” parecchio le tasche dei siciliani. I lavoratori a carico della Regione sono circa 40mila e costano oltre un miliardo di euro. Lo rivela un articolo di Accursio Sabella su “LIve Sicilia”, sulla base dei dati forniti dalla Corte dei Conti sugli stipendiati di Palazzo d’Orleans.
“La Corte – scrive Sabella – spiega che tra dirigenti, funzionari e istruttori, il numero dei “regionali” “è pari a 17.700 unità (-1,6 % rispetto al 2011), costituito quasi interamente (96,3%) da dipendenti a tempo indeterminato (-1% rispetto al 2011)”. Ma non finisce qui. “A questi – scrive infatti la Corte – si aggiunge un contingente di 2.513 unità che l’amministrazione indica quale personale ‘ad altro titolo utilizzato’ (nel 2011 erano 2.293)”. Per il personale in servizio, la Regione ha speso, nel 2012 la cifra ragguardevole (ma comunque in calo rispetto agli anni passati) di 755.932 euro”.

Ma, il vero “zoccolo duro” delle spese regionali- da quanto rilevato dalla Corte dei Conti – sarebbero “gli oneri per il pagamento delle retribuzioni in favore: del personale avviato all’impiego dal Corpo forestale regionale e dagli uffici periferici del dipartimento Azienda regionale foreste demaniali, del personale in servizio presso organismi societari partecipati dalla Regione, del personale non regionale che presta servizio nell’interesse della Regione siciliana, di quello comandato presso gli uffici giudiziari con oneri a carico della Regione, del personale delle scuole regionali”.

I Forestali, che non sono di ruolo, sono suddivisi in due categorie: quelli che dipendono dal Corpo forestale, e quelli che dipendono dall’Azienda Foreste. I primi sono poco più di 7000 ( costano alla Regione quasi 100 milioni); i secondi superano le 18000 unità ( poco più di 1100 a tempo indeterminato). Il loro costo supera i 223 milioni annui. Si tratta di circa 25mila forestali che- scrive Sabella -” considerate le “turnazioni” il loro “peso” dal punto di vista retributivo è assai lontano da quello destinato a 25 mila lavoratori. La Corte dei conti ha compiuto allora un calcolo. Nonostante le turnazioni, quei lavoratori costano alla Regione la stessa cifra ( 322 milioni) che verrebbe spesa per pagare 13 mila dipendenti a tempo determinato”.

Infine ci sono gli stipendi per i lavoratori delle società partecipate. Molte delle quali a partecipazione pubblica. Sono 7300 e costano alla Regione 257 milioni annui.
Ecco perchè i siciliani pagano oltre un miliardo di stipendi di dipendenti della Regione.

(46)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.