Un anno di Cas, Crocetta: “Nel 2017 l’accorpamento con Anas”

crocettaIl 2017 sarà l’anno che sancirà l’accorpamento tra il Consorzio Autostrade Siciliane e l’Anas. Il Governatore Rosario Crocetta conferma i rumors provenienti da Palermo, annunciando che il prossimo anno sarà quello che sancirà la nascita di questa “new co”, vale a dire un nuovo soggetto a partecipazione regionale e statale che sarà chiamato a gestire unicamente le autostrade siciliane.

Il Presidente della Regione oggi è stato in visita a Messina proprio nella sede del Consorzio in contrada Scoppo per il classico bilancio di fine anno con i vertici del CAS, ed ha ribadito come la volontà del suo Governo sia quella di favorire la cooperazione tra la Regione stessa e il resto del paese: “Questo 2016 è stato un anno molto importante per il Cas – ha dichiarato Crocetta – abbiamo ultimato alcuni progetti di portata regionale che avevamo in cantiere da diverso tempo, ma il 2017 sarà quello della definitiva svolta. Il completamento del sistema autostradale siciliano non può avvenire se la gestione è sempre suddivisa tra due soggetti, vale a dire il Cas e l’Anas. L’attuale sistema si deve sviluppare in simbiosi con lo Stato attraverso una società che sia gestita per metà dalla Regione e per metà a partecipazione statale, tutto questo per avere le risorse necessarie per ed attuare gli investimenti che al momento  Cas e l’Anas non sono in grado di fornire, ma se uniremo le forze tutto andrà meglio. Abbiamo pensato di aprire le porte ai privati, ma c’era il rischio di una carenza d’investimenti da parte di chi voleva ottenere profitti senza rischiare e questo non può starci bene. Quindi credo che debba con l’anno nuovo debba vedere la luce una società siciliana forte ma che al suo interno preveda una presenza cospicua dello Stato. Insieme al Ministro, Delrio, e al presidente dell’ANAS, Armani, metteremo a punto questa operazione”.

Lo stesso Crocetta ribadisce come questa nuova società avrà sempre sede a Messina: “Questa città ha subito troppi scippi nel corso degli ultimi anni – ha commentato – grazie alla ferma volontà del mio Governo abbiamo evitato che Messina perdesse la Camera di Commercio. Noi vogliamo creare una realtà forte che sarà ospitata nell’attuale sede del Cas qui a Messina”.

Antonio Macauda

(148)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *