Tu offri un servizio e io ti abbasso le tasse. Ecco il baratto amministrativo

puliziaAbbassare le tasse ai cittadini in difficoltà offrendo loro un lavoro socialmente utile. E’ quanto hanno proposto i consiglieri comunali Rita La Paglia, Claudio Cardile e Francesco Pagano durante una conferenza stampa tenutasi questa mattina nella sala Ovale di Palazzo Zanca. Il decreto “Sblocca Italia” consente infatti alle classi più disagiate di poter godere di sgravi fiscali in cambio di servizi commissionati dal proprio comune di appartenenza.

I cittadini strozzati dalle imposte potrebbero ad esempio occuparsi della cura degli spazi verdi con interventi di scerbatura e pulizia utili al decoro urbano. Una collaborazione opportunamente regolamentata che dovrà consumarsi entro un tempo stabilito.

“Sarebbe una valida occasione – spiegano i tre consiglieri – per offrire la possibilità a cittadinoi o associazioni di contribuire fattivamente nella valorizzazione del territorio. I quartieri potrebbero coordinare gli interventi di riqualificazione che consideriamo un ulteriore stimolo per la diffusione di un maggiore senso civico. L’amministrazione delibererebbe riduzioni o esenzioni da tributi per gli interessati, agevolazioni utilissime in momento di crisi economica”.

La Paglia, Cardile e Pagano invitano dunque l’amministrazione a definire un regolamento che introduca la possibilità del baratto amministrativo, precisandone i criteri e le modalità di svolgimento dopo aver istituito un confronto con associazioni e comitati che attualmente contribuiscono tramite volontariato alla pulizia e alla manutenzione degli spazi pubblici.

(287)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *