“Troppi giornalisti esterni alla Regione. Chi sono e perchè?”. L’interrogazione di Roberto Corona a Lombardo e Cascio

Pubblicato il alle

3' min di lettura

corona robertoCon l’interrogazione n.2794, l’onorevole del Pdl, Roberto Corona,
chiede al Presidente della Regione, al Presidente ed al Segretario
generale dell’Ars, chiarimenti su consulenze e/o contributi erogati
dall’Assemblea regionale siciliana e dalla Giunta regionale a favore
di giornalisti esterni.
Ecco cosa scrive Corona ai vertici regionali:

Premesso che:
– nell’anno non ancora concluso, la Regione Siciliana ha sostenuto
spese per circa ottocentomila euro per consulenze esterne;
– da notizie di stampa è emerso che la Corte dei Conti avrebbe aperto
un’indagine sulla gran copia di consulenti nominati nel corso della
presente legislatura;
– quando le consulenze riguardano i giornalisti, la questione attiene
vistosamente anche al complesso rapporto tra politica ed
informazione;

considerato che:
– risulterebbe che l’Amministrazione dell’Ars nelle sue varie
articolazioni (Consiglio di Presidenza, Collegio dei Deputati
Questori, Presidenti di Commissione, ecc.) e la Presidenza e la
Giunta regionale non abbiano lesinato di coinvolgere operatori del
mondo dell’informazione in incarichi di consulenza e/o contributi a
vario titolo.

tenuto conto che:
– la deontologia professionale dei giornalisti è molto severa sul
punto, atteso che la Carta dei Doveri del 1993, sulla responsabilità
del giornalista verso i cittadini, stabilisce che essa non può essere
subordinata “ad interessi di altri e particolarmente a quelli dell’
editore, del Governo o di altri organismi dello Stato”,
ricomprendendovi tutti i poteri pubblici;

tenuto conto altresì che:
– la credibilità di un giornalista pagato dall’Assemblea o dal
Governo regionale, il quale contemporaneamente scriva su una
qualsivoglia testata a diffusione regionale, risulta oggettivamente
messa in discussione e crea un corto circuito pericoloso tra politica
ed informazione;

per sapere:
1) quali siano i giornalisti pubblicisti e professionisti che hanno
avuto un rapporto di consulenza con la Giunta regionale e/o l’
Assemblea regionale siciliana, o che direttamente attraverso società
e familiari ricevono contributi a vario titolo;
2) quali sono stati i criteri di selezione dei curricula
professionali;
3) quali considerazioni abbiano reso necessario ricorrere a
professionalità esterne, atteso che numerosi giornalisti pubblicisti
e professionisti hanno un rapporto di lavoro stabile con le varie
amministrazioni regionali.

Chiedo
che per il principio della trasparenza, il Governo e l’Ars, informino
l’opinione pubblica sulle spese effettuate nel corso della
legislatura per consulenza e pubblicità sia con gli organi d’
informazione e sia con i singoli professionisti e società collegate.
(L’interrogante chiede risposta scritta con urgenza)”

On. Roberto Corona

(62)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.