Tremestieri: proseguono i lavori del porto. Il Sindaco deciso a far rispettare l’ordinanza anti-tir

portotremestieriSe l’assessore ai Trasporti, Gaetano Cacciola, dopo i tre ricorsi presentati al Tar di Catania e del Lazio da R.f.i. (Rete Ferroviaria Italiana), Caronte-Tourist e Aias (Associazione degli autotrasportatori), aveva dichiarato: «Non me l’aspettavo, avevo sentito delle voci ma non credevo che potessero ricorrere, ancora non sono abituato a questi aspetti dopo gli accordi che erano stati fatti»,  il sindaco Renato Accorinti si dichiara deciso a proseguire dritto per la strada già intrapresa. L’obiettivo: fare in modo che l’ordinanza continui a essere rispettata per garantire la sicurezza ai cittadini e un po’ di tregua a una città che da anni è ostaggio del passaggio dei tir.

Il punto che deve essere chiarito — secondo le società di navigazione — è che le aree soggette all’ordinanza comunale emanata il 28 ottobre scorso non sono di competenza del Comune ma, in quanto aree del demanio marittimo, dell’Autorità portuale. Tutto è dipeso, dunque — secondo quanto dichiarato dalle stesse — dall’illegittimità derivante dalla confusione delle competenze tra autorità statale e comunale. Intanto, ieri il sindaco Renato Accorinti si è recato a Palermo per fare il punto della situazione in merito alla prosecuzione dei lavori del porto di Tremestieri: in fase di ultimazione gli interventi sui pali, si pensa ora al dragaggio per asportare sabbiaghiaia e detriti dal fondo marino.

Ricordiamo che l’ordinanza del sindaco Accorinti e del dirigente alla Mobilità Urbana e Viabilità, Mario Pizzino, dello scorso ottobre, vieta ai tir con massa superiore a 3,5 tonnellate di transitare liberamente nel viale della Libertà e nella via Campo delle Vettovaglie. Solo in caso di tempi di attesa superiori ai 60 minuti o inagibilità temporanea del porto, verrà loro data autorizzazione ad attraversare la città per raggiungere gli approdi della Rada S. Francesco. 

(42)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *