stati servizi sociali

“Stati Generali Servizi Sociali”: verso un sistema che soddisfi i bisogni reali dei cittadini

Pubblicato il alle

6' min di lettura

stati servizi socialiL’assessore ai Servizi sociali, Nino Mantineo, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Zanca, presenti gli esperti comunali, Rosario Ceraolo, Antonino Anastasi e Salvatore Rizzo, e la presidente della Consulta comunale delle organizzazioni sociali, Maria Lucia Serio, ha illustrato le ragioni, finalità e obiettivi che hanno indotto l’Amministrazione comunale a convocare il 10 e l’11 aprile prossimi gli “Stati Generali dei servizi sociali”.

Scopo dell’iniziativa è analizzare, discutere e condividere insieme ad attori istituzionali, del privato sociale e delle imprese, le linee portanti della programmazione e gestione nel presente e nell’immediato futuro del “welfare della comunità cittadina e distrettuale” di Messina.

«In un contesto di forte difficoltà economica e finanziaria per il Comune di Messina – ha evidenziato l’assessore Mantineo – porre al centro del dibattito la questione di come garantire un sistema di welfare idoneo a rispondere ai reali bisogni della comunità messinese, è questione molto delicata ma allo stesso tempo necessaria. Si tratta di far sì che le criticità contabili che caratterizzano l’azione amministrativa di molti Comuni, e anche di quello della nostra città, non finiscano per penalizzare le persone più fragili e vulnerabili; ma che, proprio in questi frangenti, la rete di protezione sociale sia in grado di sapere individuare i veri bisogni, le urgenze, le necessità e sapere conseguentemente indicare le priorità, definire le strategie e progettare azioni concrete».

«È necessario – ha proseguito Mantineo – riprogrammare il sistema dei servizi nella nostra città; esso nasce negli anni Ottanta in un contesto sociale, politico ed economico, molto diverso e, nel tempo, pur presentando anche degli aspetti positivi e di eccellenza, spesso ha riprodotto se stesso senza la necessaria capacità di adattarsi e ridefinirsi rispetto ai nuovi rischi sociali e ai nuovi bisogni. Siamo chiamati pertanto ad un’azione di ripianificazione che questa Amministrazione non intende fare da sola, ma coinvolgendo tutti gli attori sociali, economici, istituzionali che a vario titolo sono coinvolti nella programmazione dei servizi nel nostro territorio».

«A tal fine – ha concluso l’Assessore – intendiamo avviare un percorso che ci porti ad un significativo momento di confronto che vogliamo definire gli Stati Generali degli attori del welfare cittadino».

Il percorso verso gli Stati Generali si articola in tre fasi: la prima, prevede la presentazione di un documento dell’assessore alle politiche sociali contenente da un lato le linee guida dell’assessorato per la costruzione di un welfare comunitario, dall’altro lo stato delle politiche e dei servizi sociali nella città di Messina; la seconda fase si svilupperà attraverso momenti di incontro, di ascolto, di confronto tra l’Amministrazione comunale e i diversi soggetti istituzionali e del privato sociale. Oggetto di confronto saranno i documenti programmatici presentati dall’Amministrazione sui quali si chiederà ai diversi soggetti coinvolti, di fornire, preferibilmente in forma scritta, informazioni, osservazioni, suggerimenti proposte.

Contestualmente allo svolgimento della seconda fase, sarà programmato un seminario di approfondimento sui modelli di gestione dei servizi sociali, al fine di favorire il confronto tra diversi modelli di gestione sperimentati nel territorio nazionale per comprendere meglio i punti di forza e di debolezza delle diverse opzioni in campo.

La convocazione degli “Stati generali” il 10 e 11 aprile, rappresenta la terza fase, vale a dire il punto conclusivo del percorso, e si svolgerà attraverso un momento di confronto e di studio seguito dall’elaborazione e la condivisione di un documento conclusivo che offrirà le linee guida del welfare cittadino per il prossimo triennio.

Con tale proposta si intendono perseguire i seguenti obiettivi: individuare in modo condiviso bisogni, urgenze e necessità del territorio; elaborare strategie condivise di intervento; introdurre un metodo concertativo e partecipativo idoneo a identificare e progettare politiche sociali per la città e il distretto di Messina; ricostruire relazioni tra i diversi attori istituzionali e sociali coinvolti, improntate alla consapevolezza delle specificità e delle convergenze che animano l’azione dei diversi attori; condividere riflessioni, approfondimenti, analisi sul modello di gestione per il welfare municipale.

Il progetto sarà coordinato e organizzato da un gruppo di lavoro del quale ne faranno parte l’assessore alle Politiche sociali, Nino Mantineo; il dirigente dello stesso dipartimento, Giovanni Bruno; gli esperti comunali, per la consulenza delle politiche di promozione e tutela della salute e sanità pubblica, Antonino Anastasi; per la consulenza e la collaborazione nelle politiche comunali rivolte al volontariato ed alla solidarietà, Rosario Ceraolo; Maria Lucia Serio, e Salvatore Rizzo, rispettivamente presidente ed esperto  della Consulta comunale delle organizzazioni sociali.

Tutte le fasi descritte saranno svolte in collaborazione con la Consulta in quanto organismo di supporto all’azione amministrativa, e con l’ufficio di coordinamento della stessa.  Tutto il percorso degli Stati Generali sarà partecipato e reso pubblico anche grazie all’attivazione di un sito internet dedicato, una pagina facebook e un profilo twitter (operativi tra una settimana), oltre che attraverso  i siti istituzionali e l’ufficio stampa del Comune di Messina. Il cronoprogramma delle attività prevede: la terza e quarta settimana di gennaio; la seconda, terza e quarta settimana di febbraio; prima, seconda, terza e quarta settimana di marzo; prima e seconda settimana di aprile; gli incontri istituzionali dalla quarta alla seconda settimana del mese di marzo; il seminario sui modelli gestionali la terza settimana di marzo; e gli Stati Generali la seconda settimana di aprile.

(109)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.