Spoglio messinese agli sgoccioli. La provincia premia il Pdl e i Cinquestelle e boccia Monti e la Sinistra. In città, alla Camera, volano i grillini

Urna4Pdl primo partito provinciale messinese al Senato ma la coalizione di centrosinistra è in vantaggio sugli avversari.Con il 28% dei consensi il Popolo della Libertà si riprende dalla sbornia delle elezioni regionali e torna a farsi vivo e vegeto nonostante le molte defezioni degli ultimi mesi. Nel 2008 il Pdl, al Senato, era al 49,77% ma con dentro Fli e Fratelli d’Italia che oggi sono pochi e soli. Il centrosinistra è al 34% contro il 33% con il Pd al 20% e la lista Crocetta al 10,8. I Cinquestelle sono il secondo partito provinciale con il 21%. Monti si ferma al 7% mentre deludono tutti gli altri a cominciare da Rivoluzione civile e Sel. Alla Camera, invece, gli elettori hanno sempre premiato il Pdl come primo partito ma anche la coalizione di centrodestra contro il centrosinistra. I Grillini, per Montecitorio, sono anche più forti nel messinese con il 25%. Gli altri seguono il trend del Senato. Nel capoluogo, Pdl, per il Senato, ancora primo partito con il 27% anche se la coalizione di centrosinistra è avanti con Pd al 22% e lista Crocetta all’8. Delude Sel, crolla il Movimento per l’Autonomia che non esiste quasi più dopo gli ottimi risultati di cinque anni fa. Monti è al 7% in città e i Cinquestelle volano al 23. Alla Camera Messina città lancia i Grillini nel testa a testa con il Popolo della Libertà. Scende l’Udc che perde consensi guardando i dati del 2008. Il Pd è al 22, anche i democratici “perdono” rispetto al 2008.

 

(44)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *