Sicilia, Miccichè: «Voglio rassicurare Schifani, non sarò candidato alla Presidenza dell’Ars»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Mancano ormai pochi giorni alla prima Seduta dell’Assemblea Regionale Siciliana, durante la quale sarà eletto il nuovo presidente dell’ARS. L’uscente Gianfranco Miccichè, eletto all’ARS e al Senato, ha deciso di mettere a tacere le voci e chiarire sin da subito: «Non sarò candidato alla Presidenza dell’ARS».

Il Commissario regionale di Forza Italia in Sicilia, l’ex presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, Gianfranco Miccichè, eletto sia al Parlamento nazionale sia a quello regionale, è stato in questi giorni considerato tra i papabili per ricoprire nuovamente l’incarico a Palazzo dei Normanni. Ipotesi che, sembrerebbe non essere andata a genio al presidente della Regione, Renato Schifani, il quale – secondo quanto riportato da Live Sicilia – avrebbe parlato addirittura di sue dimissioni – «per sottrarmi al logorio» – nel caso in cui Micciché diventasse nuovamente presidente dell’ARS.

Immediata la replica di Miccichè: «Continuo a percepire una costante  preoccupazione circa la mia possibile rielezione a Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana – afferma. Così come tutti sanno, io sono una persona seria e 5 anni fa fui eletto su indicazione della maggioranza. Sono sicuro che anche questa volta sarà eletto il deputato indicato dalla nostra coalizione . Vorrei quindi rassicurare il Presidente della Regione: non sono necessarie dimissioni perché io non sarò candidato alla Presidenza dell’Ars».

La prima Seduta dell’ARS si terrà il prossimo 10 novembre e prevede all’ordine del giorno la costituzione dell’Ufficio provvisorio del Consiglio di presidenza, al giuramento dei settanta deputati e all’elezione del presidente dell’Assemblea.

(144)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.